ID Scheda: 2234

Severina Rossi

Data di Nascita

1920

Data di Morte

2010

Sesso

F

Luogo di Nascita

Soresina (CR)

Livello di scolarizzazione

Diploma scuola media superiore

Mestiere/Professione

(Pensionato)

Io cantastorie: libertà vo' cercando

Abstract

L'autrice, quinta figlia di un'ex filatrice e di un cantoniere, descrive infanzia e giovinezza nelle campagne della provincia di Cremona. Per aiutare la famiglia in quel periodo di ristrettezze economiche impara il mestiere di sartina, mentre studia di notte e di nascosto. Allo scoppio della guerra le condizioni di vita della popolazione peggiorano, i tedeschi seminano il terrore, come gli squadristi che arrivano a "mettere ordine". Chi non aderisce al Partito non trova lavoro, o viene licenziato. Contraria a questo regime si mette in contatto con alcuni socialisti del Comitato di Liberazione Nazionale ed entra nella Resistenza. Incarcerata dopo un rastrellamento descrive le dure condizioni della detenzione a cremona prima e Bergamo, una struttura sporca e senza servizi, dove sopravvive alla fame e al freddo, sede del Tribunale speciale che decideva per le fucilazioni o le destinazioni ai campi di concentramento. Un messaggio radiofonico dal Comitato di Liberazione Nazionale ordina la scarcerazione. Partecipa con altri ex detenuti alla liberazione di Bergamo, conclusa con la fuga dei tedeschi e dei fascisti, diventando una nuova eroina agli occhi dei suoi compaesani. Il racconto approfondisce il periodo della giovinezza e dei primi anni della guerra: descrive la condizione femminile di quegli anni e dettaglia il suo ingresso nella Resistenza.

Tipologia testuale

Memoria

Consistenza

pp. 132

Natura del testo in sede

Dattiloscritto: 4

Tempo della scrittura

1988 -1989

Estremi cronologici

1920 -1945

Provenienza geografica

Cremona/provincia

Informazioni bibliografiche dei testi presenti in sede

"Io, Cantastorie"/Severina Rossi. Firenze: Giunti Gruppo Editoriale, Diario Italiano n 13, 1995. In: "Cultura"/Liberazione, 16 Settembre 1994, pag. 13. In: "Pubblico e privato nei racconti di trentanove donne tratti dall'Archivio diaristico di Pieve Santo Stefano"/Sara Cipriani. Tesi di laurea. In: "La memoria contesa"/Alessandro Artini (a cura di) - in "Primapersona" n 24, giugno 2011, pp. 28-31. In: "Donne ed esperienze di guerra. Le diariste dell'archivio di Pieve Santo Stefano"/Ilaria Laurenzi. Tesi di laurea. In: "Voci dalla guerra civile"/Luigi Ganapini. Bologna: Il Mulino, 2012. In: "La guerra è finita"/Severina Rossi - in "Primapersona" n. 29, marzo 2015, pag.64. In "La vita è un sogno"/Severina Rossi - Milano: Il Saggiatore 2016, pag.510.

Anno

1994

Collocazione

MG/94