ID Scheda: 330

Manlio Amato

Data di Nascita

1928

Sesso

M

Luogo di Nascita

Porto Said (Egitto)

Livello di scolarizzazione

Diploma scuola media superiore

Mestiere/Professione

Imprenditore

Lo spessore del ricordo

Abstract

Le memorie di un profugo italiano: nato e cresciuto nell'Egitto di re Farouk, all'età di dieci anni segue la famiglia in Etiopia - dove il padre lavora come spedizioniere - e infine è costretto, dopo l'occupazione inglese, a fuggire in Italia, prima a Genova, sotto i bombardamenti, poi a Firenze e a Venezia.

Tipologia testuale

Memoria

Tipologia secondaria

poesie

Consistenza

pp. 164

Circostanze di produzione

Come testimonianza per i discendenti ma anche come autoanalisi.

Natura del testo in sede

Dattiloscritto: 3

Tempo della scrittura

1985 -1988

Estremi cronologici

1928 -1946

Provenienza geografica

Egitto

Informazioni bibliografiche dei testi presenti in sede

In: "Mi saluti Menelik. Il viaggio nell'Africa Orientale Italiana in 10 diari dell'Archivio Nazionale del diario di Pieve S. Stefano"/Tamar Bergida. Tesi di laurea. In: "Mascolinità e colonialismo: italiani in Africa Orientale (1935-1941)"/Giulietta Stefani. Tesi di dottorato. In: "I sentieri della ricerca"/Carla Ghezzi. Crodo (VB): Edizioni Centro Studi "Piero Ginocchi", 2006, pp. 91-129. In: "Colonia per maschi"/Giulietta Stefani. Verona: Ombre corte, 2007. In "In terra d'Africa"/Emanuele Ertola. Bari-Roma: Laterza, 2017.

Luoghi del racconto

Anno

1990

Collocazione

MP/90