ID Scheda: 4581

Assunta Cancellieri

Data di Nascita

1931

Sesso

F

Luogo di Nascita

Lama di San Giustino PG

Livello di scolarizzazione

Avviamento

Mestiere/Professione

(Pensionato)

Vivere e amare

Abstract

Né una grave forma di osteomielite, sviluppatasi per un'infezione contratta durante il pascolo delle pecore, né la morte della giovane madre, scalfiscono la voglia di vivere di una ragazza dell'Umbria settentrionale. Ora che è pensionata, e vive a Nizza da cinquant'anni, rievoca la sua gioventù contadina, trascrive le molte canzoni religiose e profane di allora, e poi racconta l'emigrazione, l'incontro con l'uomo che sposerà, il loro lavoro di commercianti nel settore dell'orologeria.

Tipologia testuale

Memoria

Consistenza

pp. 184

Circostanze di produzione

Per la partecipazione al Premio Pieve

Natura del testo in sede

Dattiloscritto: 9
Formato Digitale: 1

Tempo della scrittura

2002 -2003

Estremi cronologici

1931 -1968

Provenienza geografica

Perugia/provincia

Informazioni bibliografiche dei testi presenti in sede

In: http://www.archiviodiari.it/finalisti2004/cancellieri.html. In: "Il sottile piacere dell'abbondanza"/a cura della redazione - in "Primapersona" n 16, giugno 2006, pp. 40-43. "La Stagione era bella"/Assunta Cancellieri. Imperia: Centro Editoriale Imperiese, 2007. In: "Anni di novità e di grandi cose"/Patrizia Gabrielli. Bologna: Il Mulino, 2011.  In "La vita è un sogno"/Assunta Cancellieri - Milano: Il Saggiatore 2016, pag.54-160

Anno

2004

Collocazione

MP/04