ID Scheda: 511

Matteo Mario Costa

Sesso

M

Livello di scolarizzazione

Laurea

Mestiere/Professione

Medico

Ricordi della Grande Guerra

Abstract

A quarant'anni dalla guerra un medico ricorda quando, fresco di laurea, fu chiamato a prestare servizio negli ospedali da campo situati al fronte, curando soldati gravemente mutilati e cercando di arrestare la diffusione del colera. Dopo la disfatta di Caporetto, verrà fatto prigioniero e internato in un campo di prigionia tedesco.

Tipologia testuale

Memoria

Consistenza

pp. 56

Natura del testo in sede

Fotocopia originale: 2

Tempo della scrittura

1956

Estremi cronologici

1915 -1919

Provenienza geografica

Genova

Informazioni bibliografiche dei testi presenti in sede

In: "La prigionia durante la grande guerra: i diari e le memorie dei soldati italiani conservati nell'Archivio diaristico nazionale di Pieve S. Stefano"/Daniela Gazzetti. Tesi di laurea. In: "I prigionieri italiani dopo Caporetto"/Camillo Pavan. Treviso, Pavan Editore, 2001.  In: "Avanti sempre"/Nicola Maranesi. Bologna: Il Mulino, 2014. In: "La prima guerra mondiale in Italia - le voci - Cronache dal fronte 1915"/Matteo Mario Costa - Gruppo Editoriale L'Espresso, maggio 2015, pag. 31.  In: "La prima guerra mondiale in Italia - le voci - Cronache dal fronte1917"/Matteo Mario Costa - Gruppo Editoriale L'Espresso, maggio 2015, pag.107-144. In: "L'Influenza della spagnola del 1918-1919"/Francesco Cutolo. Pistoia: I.S.R.Pt Editore, 2020

Personaggi straordinari

Collocazione

MG/Adn