ID Scheda: 6098

Carlo Hendel

Data di Nascita

1920

Sesso

M

Luogo di Nascita

Budapest Ungheria

Livello di scolarizzazione

Laurea

Mestiere/Professione

(Pensionato)

Diario della campagna di Russia 1942-43

Abstract

Un diario, ma non un semplice diario: il diario di uno della gloriosa "Tridentina". Il sottotenente Hendel, nel 1942, viene inviato in Russia per dare il cambio ai commilitoni dell'Armir. Carlo è uno degli eroi sopravvisuti all'inferno bianco, alla fame, alla pazzia. Mesi di vita atroci a pochi passi dal Don. Il 18 gennaio '43 inizia il vero dramma umano, il ripiegamento e il palesarsi del peggiore dei nemici: il gelo. Il difficile rientro verso sud del "mostruoso millepiedi", interminabile colonna di anime arrancanti, abbandonate a se stesse, spesso sotto l'attacco dei soldati e dei partigiani russi. Finalmente, nel febbraio '43, il rientro in Italia.

Tipologia testuale

Diario

Tipologia secondaria

memoria autobiografica

Consistenza

pp. 115

Circostanze di produzione

Seconda guerra mondiale. Per la partecipazione al Premio Pieve

Natura del testo in sede

Dattiloscritto: 4
Fotocopia originale: 2
Formato Digitale: 1

Tempo della scrittura

1942 -2009

Estremi cronologici

1942 -1943

Provenienza geografica

Ungheria

Informazioni bibliografiche dei testi presenti in sede

In: "La memorialistica sulla campagna di Russia dal dopoguerra ad oggi"/Giulio Vezzosi. Tesi di laurea. In "La vita è un sogno"/Carlo Hendel - Milano: Il Saggiatore 2016, pag.158

Anno

2010

Collocazione

DG/10