ID Scheda: 7048

Gaddo Flego

Data di Nascita

1963

Sesso

M

Luogo di Nascita

Firenze

Livello di scolarizzazione

Laurea

Mestiere/Professione

Medico

Chiesi a mio nonno: è solo un sogno?

Abstract

Nel maggio del 1994 Gaddo è un giovane medico appena tornato in Italia dal Ciad, dove ha prestato servizio per Medici senza Frontiere. A settembre deve iniziare a frequentare un Master a Londra ma si rende disponibile per una nuova missione, breve, che l'organizzazione umanitaria per cui lavora non esita a offrirgli: accetta così un intervento di urgenza in Rwanda, Paese africano in cui è in corso un genocidio. La sua equipe, formata dalla moglie Elena, infermiera, e da Claus, un belga che si occupa di logistica, è inviata a Nyamata, dove nel maggio di quell'anno hanno perso la vita circa 10.000 persone. La città che li accoglie è abitata, domina una calma irreale. In un ospedale improvvisato Gaddo e la sua équipe organizzano un piano per coprire le emergenze mediche e sanitarie, affrontando difficoltà enormi per eseguire gli interventi e gestendo il rapporto con i sopravvissuti, i militari, i rwandesi della diaspora che rientrano in paese.

Tipologia testuale

Memoria

Consistenza

70 p.

Circostanze di produzione

Per dovere di memoria in occasione del XX anniversario della strage in Rwanda

Natura del testo in sede

Dattiloscritto: 4

Tempo della scrittura

2012 -2013

Estremi cronologici

2013 -2014

Provenienza geografica

Firenze

Informazioni bibliografiche dei testi presenti in sede

"Un milione di vite"/Milano: Terre di Mezzo, 2015. In: "Armi e Bagagli"/Gaddo Flego - in "Primapersona" n.30, marzo 2016, pag.105. In: "Armi e Bagagli"/testimonianza di George Gatera (pubblicata in: Gaddo Flego, "Un milione di vite", Terre di Mezzo,Milano 2015) - in "Primapersona" n. 30, marzo 2016, pag. 108.

Eventi straordinari

Luoghi del racconto

Anno

2014

Collocazione

MP/14