ID Scheda: 7903

Olga Mefalopulos

Data di Nascita

1926

Data di Morte

2010

Sesso

F

Luogo di Nascita

Tripoli (Libia)

Livello di scolarizzazione

Diploma scuola media superiore

[...] Il mio diario giornaliero

Abstract

Olga è una ragazza di 16 anni nel 1942, nata a Tripoli in Libia in una famiglia di origine greca. La Libia, colonia italiana che nel 1942 è terreno di conquista delle truppe Alleate in azione nel Nord Africa. La Grecia, che nel 1942 è sotto l'occupazione italiana. Due fattori che determinano la scelta del regime fascista di internare, in Italia, i civili greci residenti sul suolo libico. In 120 vengono destinati al più grande campo di concentramento costruito nella Penisola, quello di Ferramonti di Tarsia in provincia di Cosenza. La reclusione provoca sofferenze, ma Olga riesce a costruirsi una quotidianità apparentemente normale, fatta di amicizie e amori, di giochi e vita familiare. Altrettanto avviene nelle successive località dove viene trasferita con la famiglia, sempre sotto sorveglianza, a Chieti e Guardiagrele in Abruzzo. Fino alla svolta dell'8 settembre 1943, che Olga accoglie con tripudio. Come per tutta l'Italia, la vera libertà arriverà molto tempo dopo, non prima di aver vissuto i bombardamenti alleati, e lo sfollamento verso le montagne abruzzesi.

Tipologia testuale

Diario

Consistenza

40 p.

Circostanze di produzione

Per raccontare la sua vita da quando vennero fatti prigionieri

Natura del testo in sede

Dattiloscritto: 2

Tempo della scrittura

1942 -1943

Estremi cronologici

1942 -1943

Provenienza geografica

Roma

Eventi straordinari

Personaggi straordinari

Collocazione

DG/17