Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 9

Una vita normale, però...

Walter Ferrarini

Nato in una famiglia numerosa e costretto a lavorare fin da piccolo presso un barbiere, un pensionato, poi operaio presso le acciaierie di Modena, ricorda i turni stressanti, i frequenti incidenti nel lavoro e le prime rivendicazioni sindacali.
Estremi cronologici
1929 -1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 40
Collocazione
MP/Adn2

Diario africano

René Drovandi

Il lavoro nei cantieri stradali dell'Africa Orientale Italiana nel diario di un operaio mantovano partito per un anno con l'obiettivo di mettere da parte qualche soldo per sostenere la propria famiglia. Di quest'ultima ha nostalgia, e ne scrive spesso, così come delle condizioni di lavoro, dei colleghi che gli accade di conoscere, della natura che lo circonda e delle lotte con gli "abissini", tutt'altro che favorevoli all'occupazione italiana.
Estremi cronologici
1935 -1936
Tempo della scrittura
1935 -1936
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 33
Collocazione
DP/05

Australia: terra di pionieri e di immigrati

Umberto Polizzi

Un pensionato italiano, emigrato in Australia, ricorda la sua giovinezza: il lavoro in una fattoria, la morte di un caro amico e le difficoltà di abituarsi al clima e ai disagi. Anni in cui gli incidenti sul lavoro sono le uniche novità di cui parlare, ma anche in cui inizia ad abituarsi al "sole inclemente sulla rossa terra australiana".
Estremi cronologici
1952
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 20
Collocazione
MP/Adn2

I miei carnefici

Piero Quercetti

Un pensionato marchigiano emigra in Belgio molto giovane: minatore, a causa di dolori muscolari si reca in ospedale, dove gli praticano prelievi e iniezioni lombari. Nel tempo i dolori aumentano e lui, come altri che hanno avuto la stessa terapia, si accorge di aver subito danni notevoli alla salute proprio a seguito delle iniezioni. Inutili i ricorsi legali e le cure ricevute in Italia.
Estremi cronologici
1948 -1993
Tempo della scrittura
1980 -1993
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 67
Collocazione
MP/06

Diario di un grande amore

Barbara Maggi , Giuseppe Torselli

Responsabile della manutenzione elettrica in una piattaforma petrolifera dell'Agip in Libia, l'autore rimane ustionato in modo gravissimo in seguito ad un incidente sul lavoro. Ricoverato, entra in coma, affronta operazioni e cure molto dolorose per mesi. Ora è un grande invalido, ma la moglie, i figli e una grande fede lo hanno aiutato a sopportare le sofferenze e affrontare il ritorno a casa.
Estremi cronologici
2000 -2001
Tempo della scrittura
2000 -2001
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 82
Collocazione
DP/07

[...] In questi giorni

Marcello Cioppi

L'autore ricorda un episodio della sua giovinezza: conosce un giovane iugoslavo che gli racconta della guerra civile e di come abbia perso le dita della mano destra. Sarà lui che gli salverà la vita in un grave incidente sul lavoro.
Estremi cronologici
1955
Tempo della scrittura
2005
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 3
Collocazione
MP/T2

Storia di Omar

Omar Er Rachidi

Un marocchino, in Italia da una ventina d'anni, racconta la sua vita a partire dall'infanzia. La sua esperienza italiana è ricca di difficoltà e dopo qualche tempo viene rimpatriato. Tornato una seconda volta, deve affrontare ancora problemi, ma non si arrende, nemmeno di fronte alle conseguenze di un infortunio sul lavoro che complica la sua situazione occupazionale.
Estremi cronologici
1975 -2019
Tempo della scrittura
2019
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
intervista
Natura del testo in sede
Formato Digitale: 1
Formato Digitale: 1
Collocazione
MP/T3

Per la Patria e per l'Italia

Vittorio Tonial

Un militare, chiamato alle armi alla vigilia della Seconda guerra mondiale, viene fatto prigioniero dopo l'8 settembre 1943 e deportato dalla Grecia in Germania. Diventato un lavoratore civile, si infortuna e viene rimpatriato. Tornato a casa, a guerra finita perde il cognato, ucciso dai partigiani.
Estremi cronologici
1938 -1945
Tempo della scrittura
2010 -2010
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
28 p.
Collocazione
MG/T3

C'era una volta Fiume. Storia di una città e di una famiglia

Harry Bursich

Un uomo nato a Fiume nell'immediato dopoguerra lascia la propria città natale insieme alla famiglia all'età di quattro anni. In una memoria che mescola storia personale, familiare e generale, l'esperienza dell'esilio e la nuova vita in Italia chiudono un racconto iniziato dalle vecchie generazioni.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1910-1915
Fine presunta: 1950-1959
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Storia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
207 p.
Collocazione
MP/Adn2