Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 50

Aghi di larice

Paola Làrese Gortigo

Nata a Gorizia nel 1939, l'autrice, figlia di un ufficiale pilota soggetto a frequenti trasferimenti, trascorre la sua infanzia in vari luoghi dell'Italia. Si sposa per procura con un ufficiale dell'areonautica temporaneamente negli Stati Uniti per un corso di missilistica e lì trascorre il suo primo anno di matrimonio. Tornata in Italia subisce ancora trasferimenti per seguire il marito. Ha due figli e tre nipoti ai quali dedica questa autobiografia.
Estremi cronologici
Inzio: 1943
Fine presunta: 1990-1999
Tempo della scrittura
1999 -2004
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 129
Collocazione
MP/05

Chiaroscuri di un decennio

Anna Serra

L'adolescenza di una giovane che esteriormente ha raggiunto l'immagine della ragazza e della "figlia perfetta" (bravissima a scuola e moderata nelle uscite con gli amici) ma che dentro soffre proprio di questa situazione, che negli ultimi anni delle superiori, la porta all'anoressia. Riuscirà ad uscirne grazie anche all'arrivo dell'amore nella sua vita.
Estremi cronologici
1994 -2004
Tempo della scrittura
1994 -2004
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 85
Collocazione
DP/05

La mia vita col mandolino

Corrado Celada

La prima parte della vita di un genovese ottantenne che, fin dall'infanzia, è accompagnato dal suo inseparabile mandolino. Sarà prigioniero dei tedeschi in Polonia e in Russia e, dopo la fine della guerra, emigrerà in Argentina dove si afferma come musicista. Al ritorno in Italia insegnerà musica in una scuola di Ferrara.
Estremi cronologici
1925 -1953
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 60
Collocazione
MP/05

Conclusioni provvisorie

Giuliana Malaguzzi

Trent'anni nella vita di un'insegnante che ricorda l'infanzia durante la guerra, le molte case in cui vive e il lutto per la perdita della madre. Il bisogno d'amore e la solitudine sofferta in famiglia, la conducono a un matrimonio con poca convinzione che la porterà poi al divorzio. Un lungo periodo di trasferimento negli Stati Uniti è caratterizzato dal lavoro come insegnante di italiano nelle università americane.
Estremi cronologici
1940 -1973
Tempo della scrittura
Inzio: 1961
Fine presunta: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 562
Collocazione
MP/05

Esisto anche io

Aerre

Storia famigliare di una casalinga friulana. Figlia di due genitori che si sono sposati per uscire dalle rispettive famiglie, cerca attraverso i racconti di sua madre e le ricerche personali, di conoscere la vita dei nonni e di capire l'infelicità dei genitori causata dalla nonna paterna.
Estremi cronologici
1942 -1992
Tempo della scrittura
1980 -1992
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 175
Collocazione
MP/05

Graffiti di paese

Pier Paolo Vaccari

Il paese d'infanzia rivive nel ricordo di un dirigente d'azienda toscano ormai in pensione. Nel quadro di vita che ritrae risaltano gli abitanti di Asciano e la sua famiglia di donne, rimasta sola dopo la scomparsa del padre.
Estremi cronologici
Inzio: 1939
Fine presunta: 1940-1949
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 84
Collocazione
MP/05

Mille sono le combinazioni...

Giuseppe Albanese

Un insegnante napoletano in pensione, vuole ricordare la sua infanzia nei Quartieri Spagnoli, le usanze, i personaggi che ha incontrato, i suoi studi fino alla laurea, ma soprattutto la sua famiglia: padre, madre, fratelli, zii e nonni che hanno determinato e accompagnato la sua formazione.
Estremi cronologici
Inzio: 1946
Fine presunta: 1980-1989
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 245
Collocazione
MP/05

Immagini

Marisa Anichini

In un borgo toscano delle colline pisane si sviluppano i ricordi spensierati d'infanzia e fanciullezza di un'insegnante. Sfilano nella memoria i personaggi che popolano i primi anni della sua vita, i nonni e gli altri componenti della famiglia. L'affresco del paese, con le feste tradizionali, i giochi della giovinezza, le cose semplici del passato, le rendono più chiaro il cammino verso l'età adulta.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1950-1959
Fine presunta: 1960-1969
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Fine: 2003
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 83
Collocazione
MP/05

Le nostre radici

Franca Tacconi

Un'insegnante toscana in pensione ripercorre le tappe della sua vita attraverso il ricordo dei luoghi dove abitava e gli episodi vissuti dai genitori e da vari parenti quando era bambina prima, adolescente poi.
Estremi cronologici
1923 -1945
Tempo della scrittura
2002 -2004
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 29
Collocazione
MP/05

Il deliquente

Sergio Da Panzano

La memoria ed un diario di viaggio, di un funzionario di cantieri navali: dopo un'infanzia serena ed un'adolescenza all'insegna della conquista di una propria autonomia, la maturità e i viaggi di lavoro. Occasione, il viaggiare, per incontrare altre culture, ma anche per riflettere sul proprio passato e mulle abitudini di vita della provincia italiana.
Estremi cronologici
1950 -2004
Tempo della scrittura
2003
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 192
Collocazione
MP/06