Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 330

In autunno cadono le foglie

Angelo Cesare Perduca

Dall'orfanotrofio al primo lavoro in una ditta di trasporti, dalla fame di quei giorni alle vicissitudini aspre della guerra, fino al rischio di una deportazione evitata grazie all'aiuto di un amico tedesco.
Estremi cronologici
1930 -1965
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Allegati
Integrazione
Consistenza
pp. 95
Collocazione
MP/91

La storia di famiglia

Sestino Scala

Un aretino autodidatta, diventato fattore, ricorda le cose che ha vissuto: dal terremoto di Messina, alla battaglia sul Col di Lana nella prima guerra mondiale, alle proprie alterne fortune una volta che viene fatto cavaliere all'epoca del fascismo, nonchè la dura vita per operare in proprio nel dopoguerra.
Estremi cronologici
1887 -1963
Tempo della scrittura
1953 -1963
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Libro di famiglia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 227
Collocazione
MP/91

Diario di storia vera vissuta sulla propria pelle

Nullo Mazzesi

"La morte dei lupi è la fortuna delle pecore": un ragazzino figlio di braccianti si dà da fare per "ammazzare i lupi" cioè per lottare contro i tedeschi nel ravennate.
Estremi cronologici
1932 -1945
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 27
Collocazione
MP/91

Giovanni Simoncelli

Giovanni Simoncelli

Storia di una vita condizionata da un disadattamento, che trova conforto in una bella ma effimera amicizia e nell'amore per la montagna.
Estremi cronologici
1976 -1987
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 17
Collocazione
MP/93

Il grido verso il passato

Orietta Capocelli

Una lunga esistenza che ispira una "casalinga scrittrice" a scrivere una sorta di storia della civiltà contadina dell'Alta Sabina.
Estremi cronologici
1917 -1928
Tempo della scrittura
1960
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 190
Collocazione
MP/93

Per non dimenticare

Bice Coppelli

I ricordi di un'infanzia trascorsa in campagna, nella casa dei nonni, si prestano a un'accurata descrizione delle cose e delle persone del tempo passato.
Estremi cronologici
1943 -1946
Tempo della scrittura
1979
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 52
Collocazione
MP/93

Ricordi della mia vita

Alba Ricciarini

Emigrata in Canada con la famiglia da quasi quarant'anni, l'Autrice, pressoché autodidatta, rievoca la sua vita: dall'infanzia contadina alle tragedie belliche, fino al benessere raggiunto con l'amato consorte.
Estremi cronologici
1923 -1992
Tempo della scrittura
1992
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Integrazione
Consistenza
pp. 115
Collocazione
MP/93

Racconti di casa mia

Caterina Mulassano

L'infanzia, cui fanno da sfondo i costumi di vita di una piccola borgata di campagna anima un racconto che, nella sua ultima parte, con la morte della madre, assume un andamento più autobiografico. Poi la maturità, il matrimonio e la nascita della prima figlia, a completare la nuova famiglia.
Estremi cronologici
1922 -1951
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
racconti
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 360
Collocazione
MP/93

Presunzione antifascista dal caleidoscopio rurale

Argentino Rosa

"Di giorno lavoravo e di notte scrivevo": così nasce la "memoria - sfogo", che spazia dall'epoca di guerra e prigionia alle attività commerciali, di un grande ammiratore dell'ordine fascista, sempre fedele al motto "Dio, Patria, Famiglia".
Estremi cronologici
1941 -1992
Tempo della scrittura
1992
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 56
Collocazione
MP/93

[...] Siamo in Sicilia

Calogera Domina

Quarta di cinque figli di una famiglia siciliana in cui il nonno fu ucciso dalla mafia e i fratelli diventano comunisti e lottano per la terra, l'Autrice racconta una vita che ai suoi occhi diventerà bella solo dopo il trasferimento in Toscana.
Estremi cronologici
1940 -1955
Tempo della scrittura
1980
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 152
Collocazione
MP/93