Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 11

Nel secolo della cometa

Leonardo Carerj

La movimentata vita di un medico chirurgo napoletano rimane segnata dall'aver visto nel 1910 la cometa di Halley. La rivedrà nel 1986: "Un rapido corso per una stella, un lungo tempo per la vita di un uomo".
Estremi cronologici
1910 -1986
Tempo della scrittura
1985 -1987
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 227
Collocazione
MP/91

La mia guerra

Alfredo Lengua

Sbattuto su tutti i fronti dal 1936 al 1945, un insegnante in pensione rievoca nove anni d'inferno fino alla prigionia a Villach, in Austria, tinta di rosa.
Estremi cronologici
1936 -1945
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 22
Collocazione
MG/91

Trent'anni con il Ministero Affari Esteri

Guido Flores

Un corriere diplomatico accumula ricordi e documenti di una carriera che lo ha portato in giro per l'Europa e l'Africa, durante e dopo la guerra, fino a guadagnarsi tre croci di guerra e un cavalierato.
Estremi cronologici
1934 -1962
Tempo della scrittura
1963
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 113
Collocazione
MP/93

Esperienze di vita militare

Luigi Cagnassi

Un giovane cerca di realizzare i suoi sogni nella vita militare: come meccanico automobilista, opera prima nella Saar, poi nella guerra civile spagnola, infine a Torino, dove si sposerà.
Estremi cronologici
1934 -1946
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 14
Collocazione
MG/94

Venti anni della mia vita

Giuseppe Gucciardino

A undici anni va a lavorare in miniera: a vent'anni volontario nell'esercito dove diventa maresciallo, volontario anche per la guerra civile in Spagna e per la guerra mondiale, finisce deportato in Germania dove rifiuta di collaborare. Tornato in patria, riprende il suo lavoro di maresciallo dell'esercito e ci anticipa che sarà capitano nel ruolo d'onore, a sessantasette anni.
Estremi cronologici
1926 -1947
Tempo della scrittura
1973 -1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 638
Collocazione
MP/94

Il mio diario

Giovanni Caseri

Decimo di dodici figli, ha vissuto un'infanzia misera facendo il garzone in una casa di contadini oltre a molti altri impieghi. Fa due guerre, compresa quella di Spagna, tornando si sposa e diventa tagliaboschi; infine lavora con una pala meccanica fino a sessant'anni.
Estremi cronologici
1915 -1975
Tempo della scrittura
1994 -1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 62
Collocazione
MP/97

Ricordi forse inutili e forse no

Sergio Fabbri

Direttore di banca in pensione, scrive di quando era studente capace ed impegnato e poi rivive l'esperienza del servizio militare come artigliere. Finita la guerra, il lavoro presso il Credito Italiano e la promozione a direttore di filiale, sempre circondato dalla stima dei superiori e dall'affetto dei familiari.
Estremi cronologici
1918 -1970
Tempo della scrittura
1994 -1999
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 86
Collocazione
MP/00

La valle dell'Elsa

Aureliano Santini

Testimone, fin da ragazzo, delle efferatezze fasciste, si iscrive a diciotto anni al Pci clandestino e per questo finisce in carcere. Il partito lo invia, dal 1932 al 1935, prima a Parigi poi a Mosca per frequentare i corsi della Scuola leninista internazionale. Svolge azioni clandestine in Italia, combatte nella guerra civile spagnola e, dopo la sconfitta, è imprigionato in Algeria e quindi in Italia. Costretto ad arruolarsi, dopo l'8 Settembre 1943, aderisce alla Resistenza e alla fine della guerra ricopre importanti cariche politiche.
Estremi cronologici
1911 -1953
Tempo della scrittura
1958 -1960
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 217
Collocazione
MP/02

Lettere a Maria

Ferdinando Contestabile

Un ufficiale della Marina del battaglione San Marco è dislocato nel 1938 in Cina. Redige con precisione lettere destinate ad un interlocutore immaginario, nelle quali descrive il viaggio, la situazione civile e militare e gli incontri mondani con tutte le varie etnie presenti in quel momento in Cina. Commenta i fatti italiani la guerra in atto, l'entrata in guerra del Giappone con le relative conseguenze, soprattutto dopo l'8 settembre 1943.
Estremi cronologici
1938 -1943
Tempo della scrittura
1985 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 91
Collocazione
MP/02

[...] Sono Ugo Cardenti

Ugo Cardenti

Un giovane operaio si arruola nella Brigata Garibaldi: dopo aver combattuto nella guerra civile spagnola, rientra in Italia attraverso la Francia, conosce il degrado a cui si sono ridotti i prigionieri e lotta per liberare l'Isola d'Elba dal controllo tedesco. Non riuscendo a trovare lavoro emigra in Australia, dove raggiunge una sicura agiatezza.
Estremi cronologici
1937 -1949
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 33
Collocazione
MG/Adn2