Hai selezionato la Parola chiave
CLN
Risultati ricerca: 17

Scandicci e la sua gente

Renato Castaldi

Per quarantacinque anni operaio alla Galileo, l'Autore rievoca la sua attività politica di militante comunista e la sua partecipazione all'opera del Comitato di liberazione nazionale, nel momento più drammatico della guerra.
Estremi cronologici
1917 -1946
Tempo della scrittura
1990 -1991
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 313
Collocazione
MP/93

Memorie di una vita

Mario Nebbiolo

Le vicende di un uomo con la passione per il biliardo che, insieme alla sua storia personale di partigiano, rievoca gli avvenimenti salienti della seconda guerra mondiale.
Estremi cronologici
1925 -1950
Tempo della scrittura
1970
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 139
Collocazione
MP/93

Da Genova a Grottaferrata via Montevideo

Gitty Burlando

Memorie di una casalinga che è stata la compagna di vita e di viaggi di un ambasciatore: il suo ruolo di "primadonna" e di organizzatrice di intrattenimenti diplomatici nel primo dopoguerra.
Estremi cronologici
1909 -1991
Tempo della scrittura
1991 -1992
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 465
Collocazione
MP/93

Gioia: una storia di vita partigiana

Fulvio Righi

Una storia partigiana vissuta con l'occhio aperto sulla natura, gli uomini e le cose. Prima a Padova e poi sugli Appennini aretini, con la brigata garibaldina Pio Borri.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1989 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 88
Collocazione
MG/91

Quasi una cronaca. Complessato?

Gianfranco Po

Narrato in terza persona, l'avvicinarsi di un giovane alla vita degli adulti, dalle prime scoperte amorose alla fede politica, nel quadro sociale di un piccolo paese, negli anni del Fascismo e della guerra.
Estremi cronologici
1930 -1953
Tempo della scrittura
1983 -1984
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 219
Collocazione
A/86

4 Dicembre 1944: " La liberazione di Ravenna, la mia città, così com'é rimasta nella mia memoria ".

Nello Patuelli

L'autore, militante comunista, collabora con i componenti del Cln per liberare Ravenna.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
1991
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 2
Collocazione
MG/T
Parole chiave
CLN

[...] In riferimento all'articolo

Rodolfo Soriani , Rolando Soriani

Rodolfo, un militare fiorentino entra a far parte delle squadre di azione patriottica e viene catturato dai tedeschi, mentre suo fratello Rodolfo ancora combatte al fronte. Il giovane Rodolfo, con l'aiuto della famiglia, riesce a evitare la deportazione. Il fratello Rolando, autore di alcune lettere, invece, è morto durante la detenzione a Wietzendorf.
Estremi cronologici
1941 -1987
Tempo della scrittura
1941 -1987
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Allegati
Consistenza
pp. 14
Collocazione
MG/Adn

[...] Miei carissimi se vi giunge questa mia lettera

Emanuele Tiliacos

All'indomani dell'Armistizio, un giovane ufficiale italiano decide di continuare a combattere per la libertà del proprio paese: morirà deportato a Dachau.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
1944
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 5
Collocazione
E/T

Ricordi di guerra

Gesuino Virdis

Paracadutista, addestrato in un campo inglese attraverso un corso speciale, collabora con gli inglesi dell'intelligence corps in missioni di spionaggio militare ad alto rischio, di cui dà informazioni anche al Cln. Quando viene arrestato, giunge provvidenziale il 25 aprile con la liberazione.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1945
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 39
Collocazione
MG/95

Diario svizzero 1944-1945

Arvedo Decima

Nel 1943-44 molti giovani del Nord Italia, per non fare il servizio militare nella Repubblica di Salò alleata ai nazisti, fuggirono in Svizzera. Arvedo racconta questo esilio forzato e il senso del tempo perduto nelle braccia del paese neutrale, lavorando qua e là e soffrendo di acuta nostalgia per la propria casa.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 173
Collocazione
DG/98