Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 7

Il messaggio in bottiglia

Stefano Angelini

Il racconto delle vicissitudini esistenziali di un disabile teso alla conquista di una propria individualità: una sorta di liberazione dalla dipendenza materiale e affettiva nei confronti della figura materna.
Estremi cronologici
1945 -1988
Tempo della scrittura
1989 -1991
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 78
Collocazione
MP/93

Tentare vale la pena

Luciana Cabula

Racconta il coraggio con cui un'adolescente cerebrolesa riesce a recuperare ragioni di vita e a diventare maestra di riabilitazione come ortofonista e logopedista.
Estremi cronologici
1956 -1990
Tempo della scrittura
1989 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 27
Collocazione
MP/92

Viaggio nel mio ICTUS - Invalido è bello, ma da seduti

Franca Rebaudengo

Colpita da un ictus, a cinquant'anni, una donna vive una lunga degenza in vari ospedali, da Crotone a Torino, e descrive il cammino verso la riabilitazione che la porterà pian piano a riacquistare una certa autonomia, fino a guidare la macchina e a riprendere il lavoro.
Estremi cronologici
1985 -1991
Tempo della scrittura
1985 -1991
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 23
Collocazione
MP/97

Bagliori di speranza

Andrea Moretti

Lo scontro frontale con un camion cambia la vita di un diciannovenne, programmatore informatico, che era stato pallavolista nelle giovanili di una squadra di A1. Nelle sue memorie, i ricordi opachi del coma e della sala di rianimazione, e poi un ritorno alla vita che lo porta a imparare di nuovo la dinamica e il senso delle azioni vitali più elementari, come respirare o alzarsi da letto.
Estremi cronologici
1996 -1999
Tempo della scrittura
1997 -1999
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 7
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 221
Collocazione
MP/02

Grazie di esistere

Viviana Macciocca

In ospedale con gravissimi danni in seguito a un incidente stradale, una madre si rivolge per scritto alla figlia ricordando i momenti felici passati insieme, esortandola alla fede, raccontandole la sua lenta riabilitazione e le persone che vivono vicino a lei in ospedale. Rivive anche la sua infanzia, la giovinezza, il matrimonio.
Estremi cronologici
1960 -1993
Tempo della scrittura
1995
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 94
Collocazione
MP/04

Papà è la testimonianza vivente che papà è morto

Ginetta Maria Fino

Il marito dell'autrice, dopo un grave incidente stradale, entra in coma profondo. Con amore caparbio lei riesce a salvargli la vita, a seguirlo dopo il risveglio con coraggio e speranza pensando anche al figlio adolescente.
Estremi cronologici
1975 -1996
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Epistolario
poesie
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 82
Collocazione
MP/05

[...] La data è di quelle che si ricordano

Luca Latini

Un giovane padre di famiglia diventa vittima di un suicidio mancato. Le conseguenze del gesto sono però traumatiche: trascorre mesi in cui non sa se riuscirà di nuovo a camminare, tra terapie faticose, affrontate con la speranza e la voglia di tornare ad essere di nuovo autosufficiente. A distanza di quattro anni ci riesce, consapevole che ha avuto una bella opportunità per riscoprire il valore della vita e dei sentimenti.
Estremi cronologici
2003 -2006
Tempo della scrittura
2007
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 71
Collocazione
MP/08