Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 371

Pagine di vita

Flora Muzhaqi

L'adolescenza di Flora si sviluppa nel periodo di "terrore" della Repubblica Popolare Socialista d'Albania. Le sue due figlie più grandi emigrano in Italia per studiare. Le segue lei e poi il marito. Viene aiutata dalla gente di Pisa nel lavoro e nell'inserimento. Anche se l'italia le ha dato serenità, ripensa sempre con nostalgia d'Albania.
Estremi cronologici
1999 -2014
Tempo della scrittura
2014
Tipologia testuale
Memoria personale
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
1 p.
Collocazione
MP/T3

Io sono Dandy

Dandy Camat Robosa

Dandy è un pittore filippino emigrato a Firenze per lavorare, guadagnare e tornare a casa. Essere un pittore e dipingere i colori della vita è una sua responsabilità. Ha molte domande dentro che lo assillano: Chi siamo? Dove andremo? Da dove veniamo?
Estremi cronologici
2008 -2013
Tempo della scrittura
2014 -2014
Tipologia testuale
Memoria personale
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
1 p.
Collocazione
MP/T2

I miei 17 anni

Aleksander Hysa

L'autore lascia l'Albania a causa di una situazione familiare non facile. In Italia trova un paese più evoluto ed accogliente ma l'integrazione non è facile come si aspettava. Ha molta nostalgia del fratello, della fidanzata e delle vecchie tradizioni, e allo stesso tempo riflette su come potrebbe cambiare l'idea che si è fatta la gente del suo Paese e della mentalità.
Estremi cronologici
2014 -2014
Tempo della scrittura
2014 -2014
Tipologia testuale
Memoria personale
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotocopia originale: 3
Consistenza
3 p.
Collocazione
MP/T3

Il volo di Elis

Franka Lika

Giovane, emigra in Italia; è in classe, guarda il cielo fuori e ricorda la guerra nel suo paese. In Italia è serena, ancora non capisce la lingua, guarda i compagni e vorrebbe giocare con loro. La maestra capisce la sua difficoltà e usa il disegno, strumento di comunicazione universale. Il suo desiderio si realizza e gioca con i compagni.
Tempo della scrittura
2014 -2014
Tipologia testuale
Memoria personale
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
5 p.
Collocazione
MP/T3

Un po' di me.

Miglena Kirilova Aleksandrova

Miglena vive in Bulgaria. Sua mamma è da qualche anno in Italia per lavorare. Nel Settembre 2007 tutta la famiglia si trasferisce a Ponsacco (PI). La lingua e le tradizioni sono diverse; pian piano, l'integrazione avviene.
Tempo della scrittura
2014 -2014
Tipologia testuale
Memoria personale
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 4
Consistenza
4 p.
Collocazione
MP/T3

Il viaggio della vita che non finisce mai

Adil Parvez

Adil trascorre una bella infanzia, agiata e spensierata fino alla malattia della mamma. Dopo un po' anche il padre si ammala, le cure costano, i soldi finiscono e Adil comincia a lavorare. Per amore di Maria, diviene cristiano, scelta inaccettabile nel suo paese. Scappa da un paese all'altro. Una fuga difficile che finisce a Pontedera (PI), qui si ricostruisce una vita.
Estremi cronologici
1985 -2014
Tempo della scrittura
2014 -2014
Tipologia testuale
Memoria personale
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
3 p.
Collocazione
MP/T3

Il sogno di Hicham

Hicham Holi

Hicham si è trasferito in Italia per migliorare la conoscenza sull'agricoltura e lavorare. Non può paragonare il nuovo paese al Marocco. La madre patria ha un posto speciale nel suo cuore.
Tempo della scrittura
2014 -2014
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 1
Consistenza
1 p.
Collocazione
MP/T3

Scrittura

Lidiya Dyadechko

Lidiya vive in Aktirca in Ucraina. Ama il suo paese, la gente e le tradizioni. Nel 2007 decide di andare in Italia per permettere alla figlia di frequentare l'università.
Estremi cronologici
1957 -2014
Tempo della scrittura
2014 -2014
Tipologia testuale
Memoria personale
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
2 p.
Collocazione
MP/T3

Lettera ad un amicha

Natalia Kaxhiani

Natalia è arrivata in Italia per lavorare e aiutare la famiglia rimasta in Georgia. Si trova bene nel nuovo paese ma il suo cuore sente la mancanza degli affetti lontani, come quello dell'amica Nana.
Tempo della scrittura
2014 -2014
Tipologia testuale
Memoria personale
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
2 p.
Collocazione
MP/T3

Cosa significhi per una madre non poter vedere crescere i propri figli

Nino Zatiashvili , Francesca Di Pede

Zatiashvili Nino è il centro del racconto, ci sono i suoi pensieri e le sue parole riportate dalla studentessa Jessica Murgioni e da Francesca Di Pede. Nino è un insegnante di musica georgiana. Dopo il collasso economico non ci sono più soldi per la musica ed è costretta a lavorare come operaia. La critica condizione economica la porta ad emigrare in Italia dove, dopo varie difficoltà, trova lavoro come badante. Non è felice, non ha visto crescere i figli, non sente il calore dei suoi affetti. In Italia a volte si sente un essere umano di serie B.
Estremi cronologici
1968 -2013
Tempo della scrittura
2014 -2014
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
3 p.
Collocazione
MP/T3