Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 9

La guerra e i bambini

Lucia Veneri

Lucia durante la Seconda guerra mondiale era solo una bambina; non ha dimenticato la paura e la povertà di quel periodo, ma nemmeno la gioia per l'arrivo degli Alleati.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1995 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
2 pp.
Collocazione
MG/T2

Guerra di liberazione

Pierino Alfieri

Soldato del CIL durante la Seconda guerra mondiale, l'autore ripercorre le varie fasi delle battaglie che hanno portato alla Liberazione.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1995 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
1 p.
Collocazione
MG/T2

Il sentiero della memoria: 20 novembre 1944.

Teresa Aquaroli Piccardo

Tre episodi distinti. Nel primo, una partigiana genovese racconta il rastrellamento di un gruppo di giovani, tra i quali c'è suo fratello, poi scarcerato. Nel secondo, omaggia il ricordo di Giulli, amico e Commissario di Brigata, caduto nel giorno della Liberazione. Nel terzo, l'autrice rivendica la dimensione corale dell'azione partigiana, altrimenti ridimensionata ad azione esclusivamente militare e maschile. La partigiana celebra qui invece l'azione eroica di innumerevoli donne, fondamentale per il successo delle operazioni.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1995 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
8 pp.
Collocazione
MG/T2

[...] Era il 25 aprile 1945 quando mia mamma morì.

Paolo Zampieri

L'autore riporta le sue memorie di bambino durante la Seconda guerra mondiale. Il giorno della Liberazione è per lui un ricordo dolceamaro: la perdita della madre, proprio in quella circostanza, non gli permette di partecipare con gioia ai festeggiamenti.
Estremi cronologici
1945 -1945
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale dattiloscritto: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
3 pp.
Collocazione
MG/T2

[...] Cosa tramandare nei terribili ricordi delle guerre...

Bepi Fabris

La guerra è fatta anche della straziante attesa e la disperata ricerca di un caro di ritorno. Al termine del secondo conflitto mondiale, l'autore si trova a Trieste con la sua Divisione, accerchiato dai familiari in cerca di notizie.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1995 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
2 pp.
Collocazione
MG/T2

[...] In nottata

Umberto Guidotti

Un ventenne appartenente alla X MAS si trova a Genova nell'aprile del 1945 e quando dopo la liberazione della città fascisti e tedeschi vengono fatti prigionieri dagli alleati viene destinato ai campi allestiti dagli americani nel comune di Pisa. Trascorre così - documentandoli in un diario già iniziato nel capoluogo ligure - diversi mesi tra San Rossore, Coltano e Tombolo, prima di venir liberato nell'ottobre del 1945 e poter finalmente tornare a casa.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1945 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Fotocopia originale: 1
Allegati
Consistenza
94 p.
Collocazione
DG/20

Memorie di un ottuagenario 1943-1945

Giuseppe Migliaccio

Un ottantenne ricorda lo sfollamento da Napoli a Vicenza nel corso della Seconda guerra mondiale. All'epoca sedicenne, guida la famiglia a raggiungere il padre, che si trova già al Nord per motivi di lavoro. Nei due anni trascorsi in Veneto non mancano i momenti di difficoltà e pericolo, fino al rientro a casa al termine del conflitto.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
2014 -2014
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
48 p.
Collocazione
MG/20

[...] Anno del Signore 1938

Giovanna Curadossi Squirill

"Noi uscimmo di collegio con la stola battesimale sul petto e la portammo con onore fino al matrimonio". In queste poche parole è riassunta l'intera giovinezza, nonché l'educazione, dell'autrice che, appartenente alla ricca borghesia, ci porterà, col suo diario, a percorrere buona parte del '900: sullo sfondo Firenze con tutta le grandi e piccole storie che, nel loro dipanarsi ed intrecciarsi, toccano la vita delle persone e della città.
Estremi cronologici
1938 -1975
Tempo della scrittura
1938 -1975
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
244 p.
Collocazione
DP/Adn2

[...] Quasi un mese

Filippo Iannelli

Diario di un sottotenente calabrese, scritto dopo la Liberazione, mentre si trova ancora nel campo di Wietzendorf, in Germania. Il racconto ha inizio l'8 settembre 1943 e descrive i giorni e gli avvenimenti precedenti la cattura da parte dei tedeschi e i tentativi degli Ufficiali di opporsi, il trasferimento nei carri bestiame in due campi di detenzione, in Francia e Polonia, prima dell'arrivo all'ultimo tedesco. Descrive la sofferenza, la fame, le umiliazioni e i tentativi dei fascisti e dei tedeschi di arruolare ufficiali italiani nell'esercito della Repubblica di Salò.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1945
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 2
Consistenza
26 p.
Collocazione
MG/15