Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 9

Quando c'era...la maestra

Enrichetta Lefèvre

Trent'anni di insegnamento nella scuola elementare: l'autrice tratteggia le figure di colleghe, alunni, genitori e descrive i suoi metodi di insegnamento.
Estremi cronologici
1954 -1984
Tempo della scrittura
1990 -1992
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 197
Collocazione
MP/01

Cara pantera

Fulvio Faraoni , Maria Teresa Presenzini , Maria Valeria Presenzini

Corrispondenza famigliare che restituisce il clima della provincia italiana negli anni Sessanta. Una ragazza umbra assiste un anziano signore di Sutri (Vt) fino alla morte; la sorella di lei è invece a Foligno (Pg), in cerca di lavoro. Si scrivono lettere e biglietti postali, spesso ironici, altre volte tristi, sempre in lotta con le malattie e la mancanza di soldi e lavoro.
Estremi cronologici
1963 -1969
Tempo della scrittura
1963 -1969
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 60
Collocazione
E/05

Ricerca d'amore

Maria Assunta Bellucci

Sullo sfondo di una complessa storia d'amore, il diario di un'adolescente aretina, studentessa di un istituto superiore: le difficoltà nello studio riflettono il difficile rapporto con un uomo molto più grande di lei. L'ingresso nel mondo del lavoro e una maggiore autonomia nelle proprie scelte, le permettono di acquisire più sicurezza e di non sentirsi più "una diversa", anche quando il legame fra i due si interrompe.
Estremi cronologici
1978 -1984
Tempo della scrittura
1978 -1984
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
poesie
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 9
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 181
Collocazione
DP/06

Denti precariati

Roberto Appollonis , Antonino Bruno , Pier Paolo Caserta , Fabiano Marrocco

Quattro giovani raccontano la loro condizione di lavoratori precari: al call center, in un ristorante, commesso, intervistatore telefonico. Posti di lavoro intercambiabili, ma sempre temporanei e lontani dalle loro prospettive e speranze di vita.
Estremi cronologici
2004 -2006
Tempo della scrittura
2005 -2006
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 18
Collocazione
MP/07

Disperata e pazza fame d'amore

Francesca Farina

Un'insegnante di origini sarde, ma residente a Roma, affida al suo diario le inquietudini che l'angosciano: il lavoro precario, il difficile rapporto con i colleghi, la complessa storia con l'uomo che ama, pur essendo ancora mentalmente legata alla precedente. Dopo un anno di lavoro a Belluno rientra nella capitale e, mentre ottiene la cattedra in un scuola media di Tivoli, continua gli studi universitari e la preparazione per il passaggio alle superiori: una ricerca continua di equilibrio interiore e di fiducia in se stessa.
Estremi cronologici
1986 -1991
Tempo della scrittura
1986 -1991
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 183
Collocazione
DP/07

Le mie paure e le mie delusioni

Angelo Daniele

Nato a Napoli, si trasferisce a Riccione con i genitori. Portatore di un leggero handicap, si sente emarginato e non riesce a trovare un lavoro stabile. Marito e padre, vive molteplici difficoltà a livello sia personale sia familiare.
Estremi cronologici
1970 -2007
Tempo della scrittura
2007
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 31
Collocazione
MP/08

Gioie, dolori e segreti in terra di Arezzo

Piero Rosadini

Memoria scritta sottoforma di intervista, con domande che l'autore rivolge a se stesso, attraverso le quali ricorda i suoi primi ventuno anni di vita. Dall'infanzia trascorsa in collegio dopo la prematura scomparsa della madre fino al trasferimento a Pisa alla ricerca di una vita migliore dopo anni di lavori precari.
Estremi cronologici
1932 -1953
Tempo della scrittura
2006
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
intervista
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 55
Collocazione
MP/08

La leggenda di un uomo sofferente.

Abele Micarelli

Da bambino l'autore cade da un muro alto quattro metri, battendo violentemente la testa. Operato si riprende ma soffre di attacchi di epilessia, che lo accompagneranno tutta la vita ad ogni cambio di stagione. Una vita segnata dalla malattia, da lunghe convalescenze e da lavori precari. Nonostante tutto si sposa, ha sei figli e a tutti riesce a garantire una casa e un futuro.
Estremi cronologici
1910 -1990
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 84
Collocazione
MP/09

E' tempo di ricordi

Pellegrino Lizza

L'autore, nato nel 1941 in provincia di Avellino, è orfano di padre e ha una madre autoritaria ed energica che lo fa studiare. Appena diplomato lavora alle Poste e poi a scuola come insegnante elementare. Si sposa, ha tre figli e si impegna molto nel sociale ed in politica.
Estremi cronologici
1941 -2012
Tempo della scrittura
2005 -2012
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
178 p.
Collocazione
MP/14