Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 58

Due pesi e due misure

Giovanni Di Pompeo

Un dipendente statale, ispettore metrico per il Ministero dell'industria, narra le sue vicende lavorative in giro per l'Italia a controllare la taratura delle bilance. Rifiuta vari tentativi di corruzione e descrive le proprie mansioni all'interno di un apparato statale che giudica obsoleto.
Estremi cronologici
Inzio: 1962
Fine presunta: 1990-1999
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 55
Collocazione
MP/02

Storia della famiglia Croppi

Carlo Croppi

L'autore scrive dell'origine della sua famiglia e dei suoi vari componenti. Lui studia privatamente, ma nel 1813 le truppe napoleoniche invadono l'Italia ed è costretto ad andare in seminario per sfuggire alla coscrizione. Quando gli austriaci liberano Forlì esce e comincia un'attività di "mercatura" (negozio di legnami). Sposato con la figlia di un architetto che aveva lavorato alla corte di Russia, avrà molti figli.
Estremi cronologici
1796 -1837
Tempo della scrittura
1844
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
libro di conti/libro di famiglia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 10
Collocazione
MP/T2

25 anni di vita militare nei carabinieri

Ermes Galeasso

Nato in provincia di Cuneo, l'autore racconta i venticinque anni di servizio prestato nell'Arma dei carabinieri, dal 1947 al 1972. Elenca tutti gli spostamenti dal Veneto, al Piemonte fino alla Sicilia per poi tornare definitivamente a Torino. Svolge il suo servizio con diligenza e onestà; si costruisce una famiglia. Dopo il congedo entra come sorvegliante alla Fiat.
Estremi cronologici
1947 -1972
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 50
Collocazione
MP/03

[...] Sempre neve!

Luigi Carriero

Un farmacista pugliese, maggiore in Montenegro, è preso prigioniero e condotto in vari campi della Polonia e della Germania. Tiene un diario dal 20 marzo 1944 al 10 settembre 1945 fino al ritorno in Italia, annotando stenti, violenze, amicizie, speranze.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 74
Collocazione
DG/04

Cara Marisa

Alessandra Boriolo

Ricorda tredici anni della propria vita e quella della sua famiglia: genitori, due sorelle e un fratello handicappato. I vari lavori del padre, i trasferimenti e i traslochi e la grande paura dei bombardamenti durante la guerra. Quando la guerra finirà, lei ha tredici anni.
Estremi cronologici
1932 -1945
Tempo della scrittura
2001 -2002
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 104
Collocazione
MG/04

I miei vent'anni

Dario Parodi

Nell'ottobre del 1942 un giovane sottotenente parte per il fronte russo e prende parte ai combattimenti sulla linea del Don. Fatto prigioniero in dicembre, rimane detenuto in un rigido campo di detenzione sovietico fino al luglio del 1943. Poi, con gli ufficiali superstiti, è trasferito in una fortezza, dove la prigionia è più sopportabile. Ritorna in Italia solo nel luglio del 1946.
Estremi cronologici
1942 -1946
Tempo della scrittura
1986 -1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 71
Collocazione
MG/04

Nevrotica nel paese degli orrori

Adriana Deacu

La Romania all'epoca del regime di Ceausescu è al centro del racconto di un'ex insegnante che ricorda la propria infanzia e il periodo della giovinezza quando, con la "mente che si orienta sempre più verso Ovest", studia all'università di Bucarest covando la ribellione contro il dittatore. Il suo gesto solitario, prima della caduta del regime, sarà il lancio di un ritratto di Ceausescu dalla finestra di un'aula universitaria. Poi la fine dell'incubo, il caos e, nel 1990, l'emigrazione in Italia.
Estremi cronologici
1970 -1990
Tempo della scrittura
2003
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 8
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 57
Collocazione
MP/04

Cronaca di un'assunzione annunciata

Annalisa Montagnoli

L'autrice, nata a Pisa nel 1965, viene assunta temporaneamente in una ditta di San Donato Milanese come segretaria. Dopo due anni e mezzo, quando finalmente aveva superato tutte le difficoltà di ambientazione pratica e psicologica, scade il contratto e viene trasferita in un'altra ditta dove si ripresentano tutte le difficoltà che a fatica aveva appena superato.
Estremi cronologici
1999 -2002
Tempo della scrittura
2002
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 49
Collocazione
MP/04

[...] Carissimi

Ambrogio Ryllo

Lettere dal fronte scritte da un giovane maestro calabrese ai famigliari. Esprime devozione e patriottismo, chiede di essere aiutato economicamente perché la cinquina è insufficiente e si lamenta della propria salute cagionevole. Nel 1917 è preso prigioniero dagli austriaci, ma dopo sette mesi viene liberato per malattia, con l'intervento della Santa Sede e della Croce rossa. Convalescente in Liguria e in Sicilia, finita la guerra, continua a scivere ai famigliari quando si reca per tre mesi in Dalmazia, come insegnante.
Estremi cronologici
1915 -1919
Tempo della scrittura
1915 -1919
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 195
Collocazione
E/04

Anno 1943

Maria Adelaide Micci

Un'insegnante elementare ripercorre gli anni della guerra vissuti prima a Roma durante i bombardamenti, e poi a Milano, Como e Brescia dove si era recata per l'attività lavorativa del marito, medico.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 17
Collocazione
MG/04