Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 57

Frammenti di diario autobiografico a ritroso

A. I.

La vita di un funzionario dell'amministrazione statale: il suo coinvolgimento politico, il suo senso civico nell'espletamento del lavoro lo porta anche a contrasti con i politici. Attaccato alla moglie e alle figlie, dal Sud si trasferisce in Toscana anche per dar loro un'esistenza più serena e sicura.
Estremi cronologici
Inzio: 1932
Fine presunta: 1990-1999
Tempo della scrittura
1991 -2005
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Allegati
Fotografie
Consistenza
pp. 39
Collocazione
MP/07

Noialtri in cammino...

Remo Paoli

Partendo dalla biografia degli ascendenti suoi e della futura sposa, un pensionato racconta in terza persona, il suo innamoramento e il matrimonio felice anche per la nascita di due figlie. Il lavoro e la cura della famiglia sono il suo impegno più importante: con la pensione aumenta il tempo libero da dedicare ai viaggi, fino a che la moglie, malata di cancro, muore.
Estremi cronologici
1929 -1997
Tempo della scrittura
1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 197
Collocazione
MP/07

La valle delle "Scarpine del Cucù"

Maria Cristina Renai

All'età di sette anni un'insegnante elementare si trasferisce in un piccolo paese della provincia di Arezzo, per il lavoro del padre. Vi trascorre alcuni anni ed è sui banchi di scuola che nasce il suo primo amore, che si protrae fino alla prima giovinezza, quando, in seguito ad un altro spostamento, lentamente si esaurisce.
Estremi cronologici
1958 -1971
Tempo della scrittura
1981 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 52
Collocazione
MP/07

Prima che il buio vinca

Giovanni Opinto

L'infanzia e l'adolescenza di un professore siciliano in pensione, è raccontata con dovizia di particolari e commenti sui vari argomenti che affronta: i nonni, i genitori, la morte di un fratellino, le vacanze e la scuola, i giochi e il lavoro intorno a lui, la politica e la religione, i trasferimenti per il lavoro del padre, finanziere: il ritratto sociale degli anni Cinquanta.
Estremi cronologici
1948 -1958
Tempo della scrittura
2005 -2006
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 223
Collocazione
MP/07

Carissima signora

Anselmo Augusto Bizzarri

Le lettere dell'Allievo Ufficiale Augusto Bizzarri, laureando in giurisprudenza, frammezzate a quelle della madre e dei fratelli. Dalla caserma di L'Aquila, al campo di Avezzano, da Neive a Mostar, culla del conflitto serbo-croato. Mesi di fitta e amorevole, necessaria corrispondenza con l'adorata "genitrice", la madre che è il fulcro dell'attività e del nucleo famigliare, di bonarie ramanzine al fratello Ugo, di anelate e puntualmente annullate licenze, di pacchi e vaglia "salvavita", di esami e inutile volontà di studiare: niente più università, solo espletamento del proprio dovere di soldato, fin là, sui monti croati, bersaglio dei partigiani. E dei parti...
Estremi cronologici
1940 -1943
Tempo della scrittura
1940 -1943
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 60
Collocazione
E/08

Guerra in ottava rima

Mario Trefoloni

La guerra in ottava rima raccontata da un fante toscano. Il viaggio in nave verso l'Albania, la battaglia in Grecia con gravi insuccessi, la riscossa grazie ai tedeschi, l'arrivo ad Atene. In Montenegro contro i "Ribelli", è sempre più forte la nostalgia della famiglia.
Estremi cronologici
1940 -1941
Tempo della scrittura
1941
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
memoria in ottava rima
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 12
Collocazione
MG/T2

[...] Chiamato più volte in serata

Vittorio Cerracchio

Catturato dai Tedeschi nell'ottobre del '43 e trasferito in Germania, a causa delle precarie condizioni di salute, ulteriormente esasperate dalla durezza della vita nei campi di prigionia, opta per l'adesione alla Repubblica Sociale Italiana, riuscendo così ad ottenere migliori condizioni di vita ed il rientro in patria. A Roma prenderà, poi, contatto col Fronte Clandestino di Resistenza.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1943 -1944
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
89 p.
Collocazione
DG/Adn2