Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 5

Diario

Giuseppe Bianchi

Un anno di guerra nel diario di un ciclista volontario, che svolge attività di ricognizione nei dintorni del lago di Garda: la ricerca delle spie nemiche, le notti trascorse all'aperto e, infine, un indesiderato congedo anticipato.
Estremi cronologici
1915
Tempo della scrittura
1915
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 92
Collocazione
DG/Adn

Giorni grandi

Massimo Bursi

Uno studente universitario di ingegneria elettronica sospeso fra i problemi esistenziali dell'ingresso alla vita adulta e l'amore per la montagna. I "giorni grandi" sono quelli sulle Dolomiti, quelli che danno la sensazione di un contatto con la natura e con Dio.
Estremi cronologici
1984 -1986
Tempo della scrittura
1984 -1986
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 388
Collocazione
DP/95

Nella notte mi guidano le stelle

Luigi Mingozzi

Nel novembre del 1943 risponde alla chiamata obbligatoria e viene arruolato nell'esercito della RSI. Catturato dai partigiani, ne scopre i valori di libertà e democrazia e si aggrega a loro. Fatto prigioniero dai fascisti, per salvarsi, rientra nei loro ranghi: riuscito a fuggire poco prima della fine della guerra, trova rifugio in un collegio femminile a Milano, dove, con i nuovi compagni, ne festeggia la liberazione. Si ricongiunge infine con i partigiani lasciati in Piemonte. E' la storia della maturazione politica di un antieroe.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1997 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 96
Collocazione
MG/00

Vi racconto la mia storia

Carla Zapparoli

L'autrice è nata nel 1952. Nel suo primo anno di vita è colpita da poliomelite e da allora cominciano i ricoveri nei vari ospedali, tra cui Malcesine, dove subisce due interventi nel periodo dell'adolescenza. A diciannove anni entra a lavorare come impiegata a Malpensa. Conduce una vita normale, si iscrive a una scuola serale, compra un'automobile e conosce il suo primo amore, che dura quindici anni. Poi ritrova un amico d'ospedale, vedovo con un figlio piccolo, lascia il lavoro e lo sposa, sentendosi madre del piccolo. Rimane vedova presto, nello stesso periodo muore anche la madre e trascorre un periodo non facile. Nel 2003 dopo una grave frattura alla gam...
Estremi cronologici
1952 -2010
Tempo della scrittura
2010
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
94 p.
Collocazione
MP/15

Ast tuba, teribili sonitu, tarantara dixit

Serafino Campori

Un sacerdote francescano, designato cappellano militare durante la Repubblica Sociale Italiana viene inviato in Germania al seguito dei soldati italiani, per garantire loro l'assistenza spirituale. La sua opera si distingue per umanità e coraggio e padre Serafino diventa un punto di riferimento non soltanto per i militari italiani. Rientrato in Italia in licenza poco prima della fine della guerra, conclude il suo servizio a Bologna, dove torna alla normale vita religiosa una volta terminato il conflitto.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Formato Digitale: 1
Consistenza
42 p.
Collocazione
MG/16