Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 19

[...] Mi chiamo Rosa De Cilia "ai suoi comandi"

Rosa De Cilia

Quasi un secolo di storia italiana e veneziana rivissuto attraverso le parole di Rosa, registrate dalla figlia. Rosa è un'ottantenne "impiraperle" (infilatrice di perle), passata attraverso due guerre e dolorose vicende personali.
Estremi cronologici
1894 -1982
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1970-1979
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 112
Collocazione
MP/86

Il mio diario

Rosina D'Amico

Una Roma pervasa da movimenti e fermenti artistici, sociali e politici, tra nomi illustri e avvenimenti di portata storica, nel diario di una ragazza dell'alta borghesia "rapita" dalla fede religiosa.
Estremi cronologici
1892 -1930
Tempo della scrittura
1892 -1930
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 456
Collocazione
DP/89

Cantavo Giovinezza

Gustavo Tomsich

Un giovane slavo figlio di padre ignoto, dopo aver vissuto in un collegio di prelati, entra nella gioventù fascista dove viene indottrinato. Diventerà così "figlio del fascismo" tanto da trasferirsi a Salò per vivere gli ultimi giorni del regime. Tre i temi principali: l'infanzia, la giovinezza e la guerra.
Estremi cronologici
1930 -1945
Tempo della scrittura
1960 -1985
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 5
Consistenza
pp. 347
Collocazione
MP/93

Romagna mia

Renato Barilari

L'Autore, da ragazzo, andava a Cattolica per passarvi le vacanze. Poi, è tornato da quelle parti come sfollato, durante la guerra: i ricordi di quei luoghi e di quegli anni in una memoria autobiografica.
Estremi cronologici
1945 -1983
Tempo della scrittura
1983
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 21
Collocazione
MP/94

L'amarcord di un ragazzo del quarantatre

Anselmo Rossi

Il padre muratore andava in Svizzera per lavori stagionali, lui a quattordici anni è entrato in un collegio militare a Bolzano e ne è uscito nel '1943, in tempo per affrontare le tempeste dell'armistizio. Racconta i tre anni di adolescenza passati in collegio.
Estremi cronologici
1940 -1943
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 70
Collocazione
MG/96

Bergeggi e dintorni

Franco Nigris

Autobiografia di un imprenditore milanese: dopo una dettagliata rievocazione dell'infanzia e della giovinezza fino all'incontro con la moglie, l'Autore racconta brevemente anche le vicende del matrimonio, del viaggio di nozze, dei ripetuti traslochi, della nascita di cinque figli e relativi nipotini e della sua lunga attività professionale.
Estremi cronologici
1919 -1997
Tempo della scrittura
1994 -1997
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 184
Collocazione
MP/98

Lettere a Rosaria, memorie e considerazioni di un uomo della strada

Edoardo Galli

Con una memoria mandata ad un'amica, come fosse una lettera, un commerciante, vedovo e pensionato, spera di vincere la sua crisi depressiva. Rosaria, l'amica svizzera, riesce a fargli riacquistare fiducia in se stesso e gli permette di uscire dalla solitudine benché la diversità di carattere e di abitudini di vita non permettano al rapporto di decollare più saldamente.
Estremi cronologici
1987 -1998
Tempo della scrittura
1997 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Epistolario
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 178
Collocazione
MP/99

Dramma di un reduce

Silvio Castellani

Riuscito a scappare dalla prigionia dei tedeschi, cominciata in Grecia, un giovane romagnolo, che da adulto aprirà un distributore di benzina, vede passare il fronte mentre vive a Budapest, da civile. Preso nel mezzo fra tedeschi in fuga e russi minacciosamente in arrivo, con grande furbizia, riesce sempre a trovare il meglio per sé e non nasconde la compassione che prova per il popolo ebreo, del quale viene a conoscere l'inumano trattamento.
Estremi cronologici
1942 -1945
Tempo della scrittura
1997 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 9
Collocazione
MG/T

Storia di un travet

Ottorino Bifulco

Un architetto di origini napoletane, vissuto tra Roma e Milano, racconta la propria giovinezza negli anni della Seconda guerra mondiale, del dopoguerra e della ricostruzione, intrecciando le storie di famiglia al percorso personale. Amante dei viaggi, ricorda le numerose tappe tra Italia ed Europa.
Estremi cronologici
1932 -2003
Tempo della scrittura
2002 -2005
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 63
Collocazione
MP/06

Le mie paure e le mie delusioni

Angelo Daniele

Nato a Napoli, si trasferisce a Riccione con i genitori. Portatore di un leggero handicap, si sente emarginato e non riesce a trovare un lavoro stabile. Marito e padre, vive molteplici difficoltà a livello sia personale sia familiare.
Estremi cronologici
1970 -2007
Tempo della scrittura
2007
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 31
Collocazione
MP/08