Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 23

Sto cercando di dare un senso alla mia vita

Giuseppina Garritano

Una casalinga racconta la sua esperienza, segnata dalla presenza della fede, che ha trasformato l'insoddisfazione - propria di molte donne che lavorano in casa - in pienezza di vita, e i lavori domestici in atto di donazione.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1900-1999
Tempo della scrittura
1994
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 11
Collocazione
MP/T

Una città nella guerra

Riccardo Mele

Il bombardamento alleato di Cosenza del 12 aprile 1943 e la fuga dei suoi abitanti a Dipignano. Come si organizzarono e come vissero fino all'8 settembre.
Estremi cronologici
1943
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 30
Collocazione
MG/91

Le dita piccole

Matilde Tortora

Scrivere poesie e racconti come esercizio quotidiano per potersi un giorno affermare nel mondo dell'arte: un sogno coltivato fin da bambina che un'insegnante non abbandona tanto che, adulta, pubblica dei libri in prosa con buon successo.
Estremi cronologici
1950 -1978
Tempo della scrittura
1978
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
zibaldone
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 92
Collocazione
MP/87

[...] A Cosenza un destino crudele

Nella Pullano

Una vedova ricorda il dolore, tuttora vivo, provato per la perdita del marito, colpito a morte durante il bombardamento di Cosenza.
Estremi cronologici
1908 -1943
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 10
Collocazione
MG/T

Compagni di scuola

Antonella Semeraro

Tre brevi episodi della vita dell'autrice, uniti dalla nostalgia per il passato e dalla speranza di un futuro migliore.
Estremi cronologici
1965 -1991
Tempo della scrittura
1991
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 6
Collocazione
MP/T

Guerre domestiche e conflitti mondiali

Ida Tacconi

Cronaca famigliare di un'adolescente negli anni fatidici della guerra e nell'ambiente dei ristoranti e degli alberghi gestiti dal padre, sempre in lite con la madre, di origine belga, malata e chiusa nella sua insoddisfazione.
Estremi cronologici
1935 -1947
Tempo della scrittura
1992 -1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 209
Collocazione
MP/94

Ragazza dei sogni

Giovanna Cavallo

Un giovane pisano si perde una sera per le campagne calabresi. Giunge in un casolare e lì conosce Giovanna. Nasce l'amore, che lei confida con determinazione alle pagine del diario e pudicamente nasconde nella quinquennale corrispondenza con lui. Fino al matrimonio per procura.
Estremi cronologici
1931 -1957
Tempo della scrittura
1947 -1957
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Epistolario
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 271
Collocazione
DP/95

Abbasso e abbasso la naja

Elsa Vaccari

Diario delle ansie di una madre per il figlio che presta servizio militare: l'inquietudine per ogni piccola malattia, le attese per le visite, le licenze o le telefonate. Lui è nel coro degli alpini e la famiglia, guidata dalla madre, lo segue nelle manifestazioni.
Estremi cronologici
1988 -1989
Tempo della scrittura
1988 -1989
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 40
Collocazione
DP/98

All'Est niente di nuovo...

Luigi Pellegrini

Riordinati al ritorno, gli appunti di un viaggio in comitiva nell'Est europeo, prima del "disgelo": i difetti del turista italiano, alla ricerca del caffè espresso e di souvenir a buon mercato, ma anche le contraddizioni di paesi che, ricchi di storia e di cultura, sono stati appiattiti dal socialismo reale.
Estremi cronologici
1987
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 45
Collocazione
DV/99

Fiammelle di mare

Lorenzo Docimo

Un dirigente in pensione ricorda con nostalgia la spensieratezza dell'infanzia e della giovinezza: le feste in famiglia, gli anni della scuola, le vacanze al mare, i primi amori e poi l'ingresso all'università di Bologna, dove fece lungamente parte della locale goliardia.
Estremi cronologici
1941 -1966
Tempo della scrittura
1996 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 22
Collocazione
MP/99