Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 8

Memorie di un soldato semplice

Pietro Baldelli

Un soldato semplice dell'artiglieria antiaerea raccoglie brevi ricordi di guerra prima sul fronte occidentale (Francia) poi su quello greco-albanese e russo, con l'Armata italiana in Russia Armir, nella regione di Voroscilovgrad e Dnjepropetrovsk.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1989 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
poesie
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 66
Collocazione
MG/91

[...] E'notte

Giovanni Enzo Giannini

Un medico partecipa alla spedizione dell'Armir in Russia come responsabile dell'organizzazione sanitaria dell'ottava armata e descrive in un fitto diario - poi elaborato per farne un memoriale - gli incontri con popolazioni travolte dalla guerra.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tempo della scrittura
1942 -1943
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 129
Collocazione
DG/96

La ritirata del fronte russo 1942-1943

Renato Comune

Lucida cronaca della campagna di guerra sul fronte orientale scritta da un ufficiale rimasto ferito nei combattimenti sul Don e ad Arbusov. La situazione nelle retrovie e l'inadeguatezza dell' esercito italiano, scarsamente equipaggiato, appaiono come le cause principali della disfatta.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tempo della scrittura
1995 -1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 98
Collocazione
MG/00

Roma - Urss: Andata e ritorno (1942-1943)

Francesco Paolo Grassi

Memoria, scritta in forma di diario, di giovane ufficiale del Genio, inviato sul fronte russo: chiamato a guidare un nucleo marconista, riuscirà, durante la rocambolesca ritirata dell'esercito italiano, a conservare integro il prezioso materiale tecnico avuto in dotazione.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 91
Collocazione
MG/01

Autobiografia esistenziale

Serafino Valla

Autobiografia di un artista naif: per sfuggire a un padre manesco e instabile si arruola volontario partecipando, durante la seconda guerra mondiale, ai combattimenti sia sul fronte francese che su quello russo. Lasciato l'esercito, soltanto dopo molte traversie lavorative, ottenuta finalmente la pensione, potrà dedicarsi a tempo pieno e con successo alla passione per il disegno e la scultura.
Estremi cronologici
1919 -1992
Tempo della scrittura
1998 -2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 51
Collocazione
MP/01

Il cammino di un orfano nel XX secolo

Leo Bruschi

L'autore, rimasto orfano di padre, vive un'infanzia povera, ma dignitosa, con la madre e i fratelli. Studia in vari collegi, fino alla laurea. Inizia a lavorare come istitutore e raggiunge la qualifica di funzionario Inadel. Durante la seconda guerra mondiale, dopo una breve permanenza in Grecia, è ufficiale bersagliere nell'Armir e partecipa alla cruenta campagna di Russia da dove, seppure ferito, riesce a tornare.
Estremi cronologici
1916 -1943
Tempo della scrittura
1997 -1999
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 166
Collocazione
MP/03

[...] Precettato con la 63 Legione a Udine

Ottaviano Plet

Un legionario friulano annota, ogni giorno, un anno di guerra tra le nevi del Nord: dalle spensierate giornate dell'addestramento in Calabria, alla marcia verso la Russia, alle battaglie cruente segnate da avanzate e ritirate. Quindi: "in questi diurni e notturni attacchi, non sono stati nè friulani nè russi a vincere. Bensì solamente il freddo e la morte".
Estremi cronologici
1941 -1942
Tempo della scrittura
1941 -1942
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 33
Collocazione
DG/04

[...] Il primo trentennio

Nicola Aromando

Nato in un famiglia benestante, è costretto a migrare al Nord con la madre e i fratelli, a causa dei debiti contratti dal padre, giovane viziato. A Monza vive condizioni di miseria e disagio, aggravate dalla perdita della giovane moglie e di due figli; risposatosi, trova finalmente stabilità, sia familiare che economica.
Estremi cronologici
1908 -1990
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 60
Collocazione
MP/09