Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 212

Diario di guerra 1940-1945

Alberto Scalabrini

A bordo del cacciatorpediniere Riboty, un giovane marinaio trascorre cinque anni di guerra fra bombardamenti e attacchi. Compito della sua missione è scortare le navi lungo le coste del Mediterraneo, fino all'Armistizio, quando la marina si trova allo sbando per mancanza di ordini.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1940 -1945
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 215
Collocazione
DG/90

[...] Nei primi giorni del giugno, nell'anno 1923

Mario Perfetti

Un ragazzo indossa più volte la divisa: da soldato in servizio di leva, a capitano del genio militare in Albania.
Estremi cronologici
1923 -1941
Tempo della scrittura
1970
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
pp. 8
Collocazione
MG/T

La Mia Guerra

Domenico Taccone

Un sopravvissuto ai campi di concentramento racconta ai famigliari le sue memorie di guerra: dopo quarant'anni dal suo rientro a casa, un nipote le trascrive fedelmente e gliele regala. Dagli inizi come militare volontario a Bari, agli spostamenti con il suo battaglione, al rientro a casa dopo la prigionia nei paesi dell'Est. Nel ricordo delle difficoltà affrontate, traspare la serenità di chi ha sempre nutrito una profonda fede.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 82
Collocazione
MG/Adn

Uno dei tanti

Silvio

L'odissea di un giovane che, contro la sua volontà, é arruolato nell'arma dei carabinieri. La sua divisione é inviata sul fronte greco-albanese: ad armistizio firmato, inizia il lento viaggio nell'Europa provata dal conflitto, dopo sette anni di guerra, giunge finalmente il rientro a casa.
Estremi cronologici
1939 -1945
Tempo della scrittura
1939 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 67
Collocazione
DG/Adn

[...] Le due baracche sulla collina

Rachele Maga

Appunti, lettere e fotografie di una crocerossina che, durante la seconda guerra mondiale, presta la sua opera negli ospedali da campo delle zone più disastrate. Dalla Grecia all'Albania sino al Nord Africa, soccorre le vittime del conflitto.
Estremi cronologici
1940 -1944
Tempo della scrittura
1940 -1944
Tipologia testuale
Fotografie
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotografie
Consistenza
pp. 14
Collocazione
A/Adn

Ricordi

Nicola Bozzi

Un generale dei carabinieri in pensione ricorda momenti importantati della sua giovinezza, della guerra, del dopoguerra e degli anni di piombo.
Estremi cronologici
1916 -1991
Tempo della scrittura
1989 -1991
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 453
Collocazione
MP/92

Esperienze

Ettore Maggi

Cinque anni e cinque mesi di guerra su tre fronti e un campo di lavoro forzato, nei ricordi di un piccolo parrucchiere per signora.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 94
Collocazione
MG/92

De bello graeco

Guido Zuliani

Un ufficiale della guardia di finanza, durante un periodo di malattia, rievoca gli anni di guerra in Grecia e le peripezie varie, fino al rientro in Italia nel 1944.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1958 -1960
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 234
Collocazione
MG/92

Cari genitori

Giuseppe Perotti

Lettere inviate alla famiglia da un alpino che, durante la seconda guerra mondiale, passa dal fronte italo-francese a quello greco-albanese, per finire disperso nella steppa russa.
Estremi cronologici
1939 -1943
Tempo della scrittura
1939 -1943
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 162
Collocazione
E/94

Diario di un peccatore senza rimpianti

Mario Cappi

Tutta l'esistenza di un libertino attraverso guerra e sesso, descritta con ossessiva ricchezza di particolari: poi la prigionia in Polonia, l'adesione alla Repubblica sociale e il ritorno in Italia dove sarà prigioniero dei partigiani. Dalla metà degli anni Sessanta inizia un'attiva opera di volontariato nei confronti dei più bisognosi.
Estremi cronologici
1916 -2001
Tempo della scrittura
1980 -1993
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Integrazione
Consistenza
pp. 130
Collocazione
MP/94