Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 17

Diario della Svizzera

Enrico Bedarida

Nei campi di internamento in Svizzera un funzionario dell'Agip finisce col fare lo sguattero e il taglialegna, il cameriere e il conferenziere.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1943 -1945
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
cronaca
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 22
Collocazione
DG/91

Diario di un viaggio in Olanda

Enrichetta Lorenzini

Diario di un viaggio in Olanda con tutta la famiglia: abitudini di vita, tradizioni culturali e produzioni artigianali completamente diverse da quelle italiane.
Estremi cronologici
1965
Tempo della scrittura
1965
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotografie
Consistenza
pp. 9
Collocazione
DV/T

Diario breve

Furio Pelazza

Diario non datato di varie escursioni alpinistiche effettuate con amici, interrotte dal riposo forzato dovuto a una malattia delle ossa e del sistema nervoso periferico detta "morbo di Sudeck".
Estremi cronologici
1986 -1993
Tempo della scrittura
1986 -1993
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 14
Collocazione
DP/95

Un monolocale per un polmone

Giacomo Forgione

Vittima di un errore diagnostico che determina l'inutile asportazione di un polmone, risarcito con 70 milioni nel 1995, quattordici anni dopo essere stato dichiarato invalido, l'autore racconta tutta la sua vita a cominciare dalla scuola elementare.
Estremi cronologici
1945 -1995
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 91
Collocazione
MP/97

Madre crudele

Maria Caterina Nena

Atto d'accusa contro una madre che non ha mai saputo essere tale e che ha lasciato l'autrice in balia di personaggi cinici e meschini. Testo permeato dalla nostalgia per ciò che poteva essere e non è stato e dal rimpianto per il fallimento dei ripetuti tentativi di ricucire un minimo rapporto d'amore.
Estremi cronologici
1942 -1995
Tempo della scrittura
1995 -1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 50
Collocazione
MP/97

Nudo e sporco

Marcello Morante

Una carriera in magistratura e come politico raccontata in un dialogo serrato dell'autore con il proprio immaginario alter-ego su una presunta "nevrastenia sessuale" e altre vicende extra professionali, da quelle sentimentali, all'impegno come regista e autore teatrale.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1920-1929
Fine: 1987
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 249
Collocazione
MP/99

Verso il blu

Carol Bell

Incoraggiata dalla psicoterapeuta, una donna di mezza età, contabile e musicista, dichiara quanta fatica le costi scrivere la sua autobiografia: bambina abbandonata in un orfanotrofio, adottata a quattro anni da una coppia di anziani, ha un cattivo matrimonio alle spalle e tanta insicurezza addosso. Il presente di terapia si mescola con i ricordi del passato.
Estremi cronologici
1953 -1998
Tempo della scrittura
1995 -1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Diario
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 256
Collocazione
MP/99

La banda della Uno Bianca sulla mia strada

Lodovico Molari

L'ingenuo e inconsapevole coinvolgimento in una nota vicenda di cronaca e il conseguente incontro con la giustizia italiana cancellano le soddisfazioni di un commerciante che, dopo anni di faticoso lavoro nelle miniere del Belgio, dove gli muore un fratello, riesce a aprire, con molti sacrifici, un'armeria nel suo paese d'origine.
Estremi cronologici
1940 -2000
Tempo della scrittura
1998 -2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 59
Collocazione
MP/01

Figlio del vento

Rolf Casali

Un venditore ambulante racconta la propria autobiografia da quando, a due anni, fu strappato alla madre per essere cresciuto in un collegio di religiose in Svizzera, alla continua ricerca delle proprie origini gitane. Il desiderio di crearsi una famiglia vera e di recuperare gli affetti perduti, lo inducono a matrimoni infelici. Solo la vita in un rustico di campagna gli consente di riappropiarsi di quella libertà che un'adolescenza di adozioni fallite e di diritti negati, gli aveva tolto.
Estremi cronologici
Inzio: 1949
Fine presunta: 1990-1999
Tempo della scrittura
1992 -1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 63
Collocazione
MP/02

Storia della mia vita

Salvatore Grassi

L'autobiografia di un evangelizzatore metodista che, dopo un'infanzia difficile, segnata dalla carcerazione e dalla morte del padre, lavora prima come muratore, poi come colportore e infine come predicatore. Si sposta dal Sud al Centro Italia, vive le difficoltà della sua missione, spesso osteggiata da scetticismo e diffidenza, conosce la violenza della Settimana rossa ad Ancona e la durezza della guerra. Dopo una parentesi lavorativa in Svizzera, rientra definitivamente in patria.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1890-1899
Fine: 1963
Tempo della scrittura
1963
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 566
Collocazione
MP/04