Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 62

Angelita. In cammino oltre l'orizzonte

Maria Grazia de Ruggiero

Un'ex insegnante, trasferitasi da Cremona a Napoli ancora adolescente, rievoca momenti particolari della propria vita: l'incontro con una città così diversa da quella di origine, da adulta il lavoro in scuole fatiscenti, la passione per la scrittura e l'impegno nel Partito comunista. L'acquisto di una casa rurale nella provincia di Frosinone, le permette di vivere a contatto con la natura e di stringere nuove amicizie.
Estremi cronologici
1944 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 125
Collocazione
MP/Adn2

A sessant'anni dall'8 settembre 1943. Intervista a mio padre

Luciano Marescotti

In un'intervista sollecitata dal figlio Alessandro, attivista di "Peacelink", un uomo rievoca i suoi ricordi relativi all'8 settembre 1943 quando, giovane soldato, viene preso prigioniero dai tedeschi a Cremona. Riesce a fuggire e, con l'aiuto di persone coraggiose, raggiunge il suo paese in Romagna dove l'antifascismo si era già organizzato in Resistenza.
Estremi cronologici
1943
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
intervista
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 5
Collocazione
MG/T2

Diario 1963

Lucia Zanotti

Una ragazza benestante che lavora come segretaria del direttore in una raffineria petrolifera, va in vacanza con le amiche, vede film e legge libri. Nel suo diario giornaliero frequenti sono i momenti di malinconia e d'insoddisfazione per una quotidianità che le appare piuttosto noiosa e ripetitiva.
Estremi cronologici
1963
Tempo della scrittura
1963
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
poesie
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 141
Collocazione
DP/05

[...] Come vorrei essere un poeta

Lucia Zanotti

Nei molti diari che scrive, una giovane donna di Cremona racconta il suo lavoro presso una multinazionale petrolifera e la delusione quando è emarginata per il cambio del personale dirigente. Importante anche il suo rapporto con il padre. E' forte il suo impegno nella società civile e l'amore per i viaggi, numerosi, anche all'estero. Intenso e profondo il legame d'amore che la lega a P. G.
Estremi cronologici
1949 -1975
Tempo della scrittura
1949 -1975
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
zibaldone
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 1496
Collocazione
DP/Adn2

Luci e ombre nella mia vita

Olinto Bigazzi

La memoria di un pensionato aretino, prima marinaio poi operatore tributario: orfano di padre e costretto a vivere con i nonni paterni per sfuggire la violenza del patrigno, trova una nuova serenità nel matrimonio. Dopo trent'anni di vita insieme, la moglie e un nipotino muoiono in un incidente stradale. I figli e saltuari lavori di elettromeccanica, lo allontanano dalla malinconia.
Estremi cronologici
1928 -1995
Tempo della scrittura
1990 -2004
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 107
Collocazione
MP/06

[...] Mi chiamo Argentina Rizzoli

Argentina Rizzoli

Un'anziana cremonese affronta un lungo viaggio verso l'Eritrea dove il marito, sposato un anno prima, lavora per l'Agip: agli inizi pieni di entusiasmo e benessere, seguono ristrettezze e paure per l'avanzare del conflitto. Rientrata in Italia nel 1943, con un figlio piccolo e uno in arrivo, riabbraccia il marito solo nel 1966. Rintracciato grazie alla Croce Rossa, non è più l'uomo che ha amato: alienato da una vita deludente, indifferente a moglie e figli, morirà, solo, nel 1985.
Estremi cronologici
1939 -1985
Tempo della scrittura
2006
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 36
Collocazione
MP/07

Dialoghi con la pace

Maurizio Furgada , AA.VV.

Da un'esperienza di solidarietà umana e culturale, patrocinata da una scuola di Pace di Cremona, è nato un progetto di più ampi orizzonti in Bosnia e in Serbia. Dopo la guerra più recente, l'impegno concreto -corsi di inglese, informatica, libri per le biblioteche- per infondere nei bambini e giovani sopravvissuti alla violenza, nuove speranze.
Estremi cronologici
1998 -2002
Tempo della scrittura
2003
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
testimonianze
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotografie
Consistenza
pp. 73
Collocazione
MP/Adn2

Dalla mia sponda, il fiume

Claudia Berton

Saga familiare di un'ex insegnante di lingue di Padova. Attraverso fotografie di famiglia ripercorre le vicende degli antenati, partendo dai primi anni dell'Ottocento, per tramandarle alla nipote.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1800-1809
Fine presunta: 1940-1949
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp.119
Collocazione
MP/Adn2

Testimonianza

Angelo Majori

Memorie di un ufficiale dell'esercito, che, dopo l'8 settembre 1943, entra a far parte dei Comitati di liberazione nazionale, alla guida del movimento clandestino socialista nella zona di Cremona. Breve storia di come si formarono i primi nuclei armati della Resistenza, delle azioni di sabotaggio e degli arresti ai vertici di queste formazioni, che lottarono per la liberazione della Patria.
Estremi cronologici
1942
Tempo della scrittura
1973
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 24
Collocazione
MP/Adn2

[...] Dopo tanti anni

Maria Carolina Bruschi

Raccolta di lettere che Suor Felicita invia al nipote rimasto orfano, per accompagnarlo nel percorso della vita e degli studi, attraverso l'affetto e l'abbandono fiducioso a Dio. L'ultima lettera, del 1944, esprime dispiacere per la deportazione del nipote in Germania e speranza per la sua salvezza. La religiosa muore nel 1945 senza la gioia di rivederlo.
Estremi cronologici
1940 -1944
Tempo della scrittura
1940 -1944
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 63
Collocazione
E/Adn2