Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 86

La vita di un clandestino senegalese

Demba Balde

Un giovane senegalese, orfano dei genitori, decide di lasciare il proprio Paese per paura dei ribelli, che hanno ucciso suo padre. Si sposta in vari stati africani prima di affrontare il viaggio per l'Italia e giungere a Taranto.
Estremi cronologici
2000 -2017
Tempo della scrittura
2017
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
7 p.
Collocazione
MP/T3

Qualcosa di me

Moussa Kissima Sissoko

Moussa Kissima è maliano. Figlio di un imam, lascia il proprio Paese a causa di problemi familiari e arriva in Italia dopo aver fatto tappa in Algeria e in Libia.
Estremi cronologici
1991 -2017
Tempo della scrittura
2017
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
6 p.
Collocazione
MP/T3

La storia

Ibrahim Sangare

Nel 2013 Ibrahim entra in Mali, proveniente dalla Guinea, suo Paese di origine. Dopo poco tempo passa in Algeria, dove impara a fare il muratore, ma lascia anche questo Paese e approda in Libia. Qui viene imprigionato e rischia di morire, ma riesce a sopravvivere e viene imbarcato per l'Italia. Giunto in Sicilia, viene inviato poi a Roma, dove deve dimostrare di essere minorenne per poter essere accolto in un centro per minori.
Estremi cronologici
2013 -2017
Tempo della scrittura
2017
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
5 p.
Collocazione
MP/T3

L'oro di Santo

Santo Fazzio

Dopo un'infanzia segnata dalla miseria e da un duro lavoro come pastorello, per avere un'occupazione emigra in Francia, dove si vede costretto ad arruolarsi nella Legione Straniera. Inviato nel 1953 in Indocina per contrastare il movimento di Liberazione guidato da Ho Chi Minh, dopo la battaglia di Dien Bien Phu e la sconfitta dei francesi rientra alla base: torna in Italia dopo poco. Si trasferisce a Milano dove trova lavoro come cuoco e dove si forma una famiglia.
Estremi cronologici
1935 -2013
Tempo della scrittura
2012 -2013
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
31 p.
Collocazione
MP/15

P.O.W Martinoli Giuseppe n.115 131

Giuseppe Martinoli

L'autore nasce in provincia di Varese nel 1911. La memoria descrive gli anni di guerra e di prigionia dal marzo 1941 all'aprile 1944, da quando partecipa alla campagna di Jugoslavia ai vari e duri spostamenti della vita militare. Prigioniero prima in Africa e poi in Inghilterra, dove viene trattato civilmente, tornerà in Italia due anni dopo dalla fine del racconto, nel 1946.
Estremi cronologici
1941 -1944
Tempo della scrittura
1941 -1944
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Consistenza
43 p.
Collocazione
DG/15

Diario (1943-1945)

Lamberto Ciancone

Allievo ufficiale del frusinate, Lamberto partecipa al secondo conflitto mondiale, combattendo in Nord Africa. Tra marce, combattimenti e sacrifici resiste la speranza di sopravvivere agli attacchi dei nemici. Poi la sconfitta nel maggio 1943 e la prigionia nei campi di lavoro tunisini e algerini, in un'odissea continua da una zona all'altra, sino al tanto desiderato ritorno in Italia.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1943 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Formato Digitale: 1
Consistenza
29 p.
Collocazione
DG/15

Alle falde del Monte Pellegrino

Philippe San Marco

In seguito a problematiche giudiziarie, un importante uomo politico di Marsiglia, di origini siciliane, inizia un'affascinante ricerca sulle sue origini e su se stesso, partendo da un documento di nascita di un antenato esposto.
Estremi cronologici
1832 -2010
Tempo della scrittura
2000 -2007
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
145 p.
Collocazione
MP/Adn2

Il mio inferno nella guerra religiosa maliana

Bamakan Keita

Un giovane maliano lascia il proprio Paese di origine dopo la morte della ragazza che aspettava un figlio da lui e del proprio padre, uccisi dagli islamisti al governo. Trascorso un periodo in Algeria e uno in Libia decide di imbarcarsi per l'Italia, dove arriva nel 2016 dopo una drammatica traversata.
Estremi cronologici
2012 -2016
Tempo della scrittura
2018
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Allegati
Consistenza
4 p.
Collocazione
MP/T3

La speranza

Mohamed Sylla

Un giovane guineano lascia il proprio Paese alla ricerca di un futuro migliore e arriva in Italia dopo aver vissuto e lavorato in altri Stati africani e aver affrontato la prigionia in Libia.
Estremi cronologici
1993 -2018
Tempo della scrittura
2018
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
2 p.
Collocazione
MP/T3

La mia storia

Lassana Touré

Un giovane maliano, rimasto orfano di entrambi i genitori, giunge in Libia, dove viene imprigionato. Riuscito a scappare, si imbarca per l'Italia, dove approda dopo una durissima traversata, conclusasi col salvataggio da parte della Marina.
Estremi cronologici
2001 -2015
Tempo della scrittura
2018
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
2 p.
Collocazione
MP/T3