Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 235

Dalla Belle Epoque... verso il Duemila. I ricordi dell'adolescenza

Pietro Terziani

Dalle elementari al liceo: l'apertura a un mondo nuovo per un figlio di buona famiglia torinese con il padre al fronte. La guerra è seguita attentamente, con gli occhi di un ragazzo, mentre sbocciano nuove amicizie, si tessono nuovi rapporti scolastici e si insinua nell'animo del giovane Pietro il sentimento dell'amore.
Estremi cronologici
1914 -1924
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 105
Collocazione
MP/85

Memorie di un colonnello di cavalleria

Amedeo Vicentini

La vita di un uomo ricco di volontà che emerge dalla miseria: nato a Roma vi rimane da solo, undicenne, per studiare, mentre i genitori tornano al paese. Gli fanno interrompere la scuola, diventa contadino e poi nuovamente a Roma, manovale cantoniere; infine, entra in cavalleria, dove raggiunge il grado di colonnello.
Estremi cronologici
1903 -1941
Tempo della scrittura
1980 -1983
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 316
Collocazione
MP/85

Memorie

Pacifico Martini

Un impiegato di una ditta di olii e saponi torinese racconta la guerra: la famiglia sfollata in provincia di Alessandria, le azioni dei partigiani, i contatti con la borsa nera, la situazione delle vigne di sua proprietà. Completano il testo l'immediato dopoguerra e alcune dissertazioni sulla morale e sulla fisica.
Estremi cronologici
1938 -1948
Tempo della scrittura
1975 -1978
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
zibaldone
appunti
commenti
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 546
Collocazione
MG/85

Storia di una bambina qualunque

Maria Jose' Grosso Gribaudo

Memoria di un'infanzia che è tutta un viaggio, condizionata dal padre che fa il carabiniere: da un paese all'altro del Piemonte, con in mezzo la guerra, la madre rapata a zero dai partigiani e un accomodamento a Torino, che pare la definitiva apertura all'adolescenza.
Estremi cronologici
1937 -1948
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 34
Collocazione
MP/96

Frammenti di memoria

Ferruccio Levi

un pensionato ripercorre la propria vita, ricca di ricordi: proveniente da una famiglia di banchieri ebrei, diventa staffetta dei partigiani a tredici anni, poi finisce gli studi in Svizzera e viaggia molto, sposandosi e avendo due figli.
Estremi cronologici
1931 -1988
Tempo della scrittura
1994
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 76
Collocazione
MP/96

Dalla Russia con amaro

Ermanno Moriondo

Vita premilitare e poi servizio sotto le armi, nella guerra tra il fronte occidentale e la Campagna di Russia: il tutto raccontato da un geometra che poi riuscirà ad affermarsi nel lavoro e ad emergere come uomo dotato di grande volontà.
Estremi cronologici
1934 -1990
Tempo della scrittura
1980 -1995
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 113
Collocazione
MP/96

Sette anni in grigioverde

Angelo Zanellato

Partito per fare il militare in tempo di pace, si ritrova in guerra e subito prigioniero in Russia, dove trascorrerà sette anni nei campi, convincendosi che il socialismo non è così brutto come lo dipingevano i fascisti.
Estremi cronologici
1938 -1945
Tempo della scrittura
1955
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 80
Collocazione
MG/96

Veli di ragno

Roberto Miglio

La malattia e la morte della madre inducono un insegnante a mettere insieme riflessioni e ricordi sulla propria famiglia, dove ha dominato il rapporto ambiguo con la madre. E dove compaiono il padre, lo zio tornato dalla prigionia, le amicizie paesane, fino alla storia dei nonni emigrati in Uruguay.
Estremi cronologici
1994 -1995
Tempo della scrittura
1994 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 109
Collocazione
MP/98

Una donna virtuosa

Gabriella Rebori

Storia di una persona inquieta e delle sue numerose sventure: i matrimoni finiti male, gli aborti, le incomprensioni con la famiglia, l'uso sconsiderato di psicofarmaci che la induce a tentare il suicidio. In mezzo a tutto questo, riesce a laurearsi ma non a trovare un lavoro. Passa invece per le mani di tanti uomini, compresi quelli che le praticano l'elettroshock.
Estremi cronologici
1968 -1982
Tempo della scrittura
Inzio: 1994
Fine presunta: 1994-1999
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 79
Collocazione
MP/98

[...] Ce ne sono due di questi quaderni

Selene Balestreri

Una pensionata rievoca alcuni momenti importanti della propria vita: l'incontro con il futuro marito, gli anni duri della guerra, l'ansia per la sorte dell'uomo che ama, costretto ad aderire alla repubblica di Salò e poi disertore e ricercato. Infine, le gioie per le due maternità e le nuove speranze nate nel rivedere la famiglia unita.
Estremi cronologici
1920 -1953
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
pp. 126
Collocazione
MP/99