Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 8

Siamo nel 1943 in piena guerra

Gerardo Samele

Il 7 settembre del 1943 un aviere scelto ottiene una breve licenza: l'indomani, dopo la firma dell'armistizio, l'intero reparto è deportato in Germania e lui si salva per caso.
Estremi cronologici
1939 -1970
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
p. 1
Collocazione
MG/T

Ricordi di un vecchio aviatore

Giorgio Bertolaso

Un ufficiale pilota racconta la propria vita fino alla fine della seconda guerra mondiale: è soprattutto un resoconto di guerra vissuta su due fronti, quello contro gli Alleati, con la battaglia di El Alamein, e poi quello contro le forze tedesche in Grecia, Albania e Jugoslavia.
Estremi cronologici
1918 -1945
Tempo della scrittura
1994 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 61
Collocazione
MG/97

Le memorie di nonno Bruno

Bruno Nencioni

Vari episodi della vita dell'autore dalla nascita al 1992: l'infanzia, la scuola, il servizio militare, il lavoro, la guerra, servizio alla misericordia, alluvione di Firenze, vari salvataggi, visita a San Giovanni Rotondo, incidente di caccia, vari personaggi conosciuti.
Estremi cronologici
1916 -1992
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 55
Collocazione
MP/Adn2

Diario di una prigionia

Ademaro Petracchi

Un metalmecanico in pensione ricorda i due anni di guerra trascorsi prima come aviere in Grecia, poi come prigioniero in Serbia, Romania e Russia. Tra marce sfibranti, il lavoro in fornace, la fame e la mancanza di pulizia, l'autore riesce a sopravvivere e, dopo aver vissuto per tanto tempo a temperature molto al di sotto dello zero, appena tornato a casa, sfida lo stupore dei compaesani uscendo in maniche corte in pieno inverno.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 134
Collocazione
MG/02

[...] Gentilissima Signorina

Enrico C.

La delicata storia d'amore tra un pretore e una giovane maestra, vissuta e raccontata in cinquanta lettere che lui le spedisce: all'entusiasmo iniziale, subentra lentamente la consapevolezza che la donna non ricambia il suo affetto con la stessa intensità. Questo lo spinge a chiudere il loro rapporto, con un'amara constatazione "l'amore deve essere spontaneo e chi nol sente non può fingerlo per convenienza".
Estremi cronologici
1912 -1913
Tempo della scrittura
1912 -1913
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 50
Collocazione
E/06

Ti parlo di me... e non solo!

Gianfranco Coppetti

Gli anni del secondo dopoguerra vissuti da un ragazzino nato e cresciuto a Firenze. Le vicende familiari, l'adolescenza, le prime esperienze di lavoro e infine il matrimonio e la nascita delle figlie, che spingono il racconto fino alla fine degli anni Sessanta.
Estremi cronologici
1945 -1969
Tempo della scrittura
2006 -2010
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
24 p.
Collocazione
MP/Adn2

[...] Nelle ore ant. minima 1 grado sotto zero

Adriano Berti

Un uomo, industriale della lana, appunta in agende giornaliere, in modo essenziale e sintetico, notizie sulle condizioni meteorologiche, spostamenti personali e di affari, vacanze, incontri ed eventi familiari.
Estremi cronologici
1907 -1938
Tempo della scrittura
1907 -1938
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Allegati
Consistenza
1977 p.
Collocazione
DP/Adn2

[...] Cari genitori

Giuseppe Stanganini

Un giovane contadino della provincia di Arezzo è richiamato alle armi durante la Prima guerra mondiale e inviato al fronte. Scrive ai genitori per rassicurarli. Proviene da una famiglia di mezzadri, è sposato con un figlio. Poiché arruolato nei Carabinieri viene richiamato anche nella Seconda guerra mondiale in varie località, ma non al fronte. In quel periodo scrive e riceve lettere dalla moglie ammalata e dal figlio. Dopo la prematura scomparsa della consorte si risposa e comunica con il figlio, anche lui carabiniere, attraverso la corrispondenza epistolare. L'epistolario contiene anche due lettere della cognata che approva il nuovo matrimonio.
Estremi cronologici
1916 -1947
Tempo della scrittura
1916 -1947
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Formato Digitale: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
29 p.
Collocazione
E/18