Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 99

Gente di storia

Severo Giuseppe Cozzani

L'infanzia povera in Italia e poi la "la fuga" in Argentina come disertore militare, nel racconto di un emigrante che ha fatto fortuna e che per questo subisce un sequestro nel 1977.
Estremi cronologici
1918 -1977
Tempo della scrittura
1991
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 9
Collocazione
MP/T

Il latte versato

Reginella Boccara

La storia di una "famiglia balorda" nella quale la protagonista - dall'infanzia all'emigrazione - racconta come è giunta alla conclusione di essere "cresciuta male, in un nodo di vipere".
Estremi cronologici
1928 -1981
Tempo della scrittura
1976 -1981
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 477
Collocazione
MP/91

Avventure della mia vita civile e militare

Domenico Costigliola

Le esperienze di un marinaio sulla nave scuola che viaggia in America, ma soprattutto le sue traversie del periodo bellico, fino alla prigionia.
Estremi cronologici
1920 -1945
Tempo della scrittura
1940 -1945
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 143
Collocazione
MG/91

In compagnia dei ricordi

Alvaro Mazzoccone

Ferroviere a Roma, poi emigrato in alcuni paesi dell'America Latina, la vita rocambolesca di un uomo inquieto che finisce col fare il funzionario della Cassa del mezzogiorno.
Estremi cronologici
1933 -1953
Tempo della scrittura
1986 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 191
Collocazione
MP/91

Polvere del passato

Sabino Roppo

Un "Ispettore delle emigrazioni transoceaniche" rievoca la propria vita, con il mare che fa da sfondo ad una carriera integra e a profondi legami famigliari.
Estremi cronologici
1922 -1991
Tempo della scrittura
1977 -1994
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Integrazione
Fotografie
Consistenza
pp. 118
Collocazione
MP/93

Taccuino del vagabondo

Virgilio Martini

Annotazioni di un giovane di buon talento letterario a caccia d'avventure fra cabaret e bordelli: dall'amata Europa a un Sud America che gli appare volgare e dove gli sembra che ignoranza e bruttezza regnino sovrane. L'ingresso negli ambienti letterari e la conoscenza con Pirandello non gli impediscono una fuga zingaresca e senza meta verso l'altro emisfero.
Estremi cronologici
1922 -1931
Tempo della scrittura
1922 -1931
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Fotografie
Consistenza
pp. 276
Collocazione
DV/86

Maestri si nasce

Anna Maestri

Il teatro e il palcoscenico sono i protagonisti assoluti della vita di Anna, un'attrice che dopo tanti sacrifici riuscirà a realizzare una brillante carriera. A fare da sfondo alla storia, una sfilata di tanti personaggi e un susseguirsi di eventi importanti della storia nazionale.
Estremi cronologici
1924 -1978
Tempo della scrittura
1978
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 238
Collocazione
MP/86

Diario di viaggio

Paolo Kovavic

Due mesi di navigazione in mare aperto diventano materia del diario che un pensionato scrive quotidianamente, nel tentativo di ricordare a lungo la traversata oceanica.
Estremi cronologici
1983
Tempo della scrittura
1983 -1983
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 85
Collocazione
DV/86

Episodi e ricordi della mia vita

Carola Zanchi

Un'anziana signora, stimolata dagli incontri con un gruppo di coetanei, comincia a raccontare la propria vita; il viaggio in Argentina, il ritorno nel suo paese natale e, infine, la vecchiaia diventano argomenti per le sue memorie.
Estremi cronologici
1922 -1988
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 86
Collocazione
MP/89

[...] Carissimi Alberto e Vitina

Cosimo Quartana

Una grande nostalgia per la famiglia che ha lasciato e il desiderio di comunicare gioie e dolori a chi, da lontano, non sempre comprende la solitudine e lascia molte lettere senza risposta. Queste le riflessioni di un emigrante che ha avuto la fortuna di guadagnarsi una buona posizione sociale ma ha sofferto l'abbandono e la solitudine.
Estremi cronologici
1970 -1984
Tempo della scrittura
1970 -1984
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Fotografie
Consistenza
pp. 25
Collocazione
E/89