Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 63

Ricordi di come ho trascorsa la mia vita

Giuseppe Tiezzi

L'autobiografia di un contadino nelle campagne aretine nella seconda metà dell'Ottocento. Diviene fattore ed è costretto a scontrarsi con l'ingratitudine del padrone finchè decide di mettersi in proprio e, dopo vari fallimenti, fa fortuna nella vendita del vino.
Estremi cronologici
1863 -1928
Tempo della scrittura
1928
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 19
Collocazione
MP/93

Guerrino

Guerrino Stanzani

In terza persona, un uomo racconta la sua vita: rimasto orfano ancora fanciullo, riuscirà a conseguire una laurea e a costruirsi una famiglia, sullo sfondo dell'Italia del Ventennio e della guerra.
Estremi cronologici
1917 -1981
Tempo della scrittura
1985
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 157
Collocazione
A/87

[...] Stamattina sono stata in Ghiaia

Giuliana Guerrieri

La guerra fa da sfondo al racconto di una giovane studentessa liceale. La vita in città si alterna a quella della campagna parmense: i bombardamenti sono sempre più frequenti e si fa vivo il rimpianto di non potere godere appieno quel periodo che è lo schiudersi della giovinezza spensierata.
Estremi cronologici
1943 -1946
Tempo della scrittura
1943 -1946
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 262
Collocazione
DG/87

Fanciullezza

Vittoria Percario

Al seguito del padre impiegato comunale in un paese toscano, una famiglia lascia il Molise e si trova improvvisamente proiettata in una diversa realtà. Il difficile adattamento alla nuova dimora raccontato da una donna che, sebbene adulta e perfettamente integrata, non è riuscita a dimenticare quel viaggio.
Estremi cronologici
1934 -1938
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Trascrizione a mano: 2
Consistenza
pp. 43
Collocazione
MP/89

Rossellini uno e due

Franco Pompili

Autobiografia nella quale il protagonista si ritrae di fronte a un'altra, più illustre figura: quella del regista Roberto Rossellini, del quale l'autore è per molti anni segretario e assistente.
Estremi cronologici
1940 -1977
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 54
Collocazione
MP/92

Diario di una "bambina fortunata"

Anna Maria Altamore

La guerra del Golfo (1991) riporta alla memoria di una casalinga le dolorose esperienze che hanno segnato la sua infanzia durante la seconda guerra mondiale.
Estremi cronologici
1943
Tempo della scrittura
1991
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 16
Collocazione
MG/92

La mia famiglia

Maria Luisa Travaini

Poche pagine per raccontare la vita di un'impiegata del ministero del tesoro, che voleva diventare giornalista e invece sposa un collega e rimane per tutta la vita coscienziosamente china sui numeri della contabilità statale. Finchè muore la sua unica figlia: "E io sono morta con lei".
Estremi cronologici
1912 -1993
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 15
Collocazione
MP/94

[...] Carissimi genitori

Danilo Gracci

Lettere che un giovane invia alla famiglia, sia quando è militare che quando lavora, in cui esprime il costante affetto per i suoi cari e il desiderio di tornare a casa.
Estremi cronologici
1916 -1945
Tempo della scrittura
1916 -1945
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Allegati
Consistenza
pp. 12
Collocazione
E/T

E le stellette... diario di guerra

Adriano Galantini

Tre anni di servizio militare in patria, durante la guerra, rievocati sulla scorta di appunti, lettere e documenti lasciati dall'autore.
Estremi cronologici
1940 -1944
Tempo della scrittura
1950
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 39
Collocazione
MG/95

A testa alta

Nuccio Antonelli

Una memoria di vita militare di un ufficiale che, dopo l'armistizio, fugge dalla Jugoslavia e, giunto in Sabina, entra a far parte di una formazione partigiana, prima di essere richiamato dal Ministero della guerra. Coinvolto in un banale incidente, terminerà la sua esperienza con l'allontanamento dal servizio nel 1956.
Estremi cronologici
1934 -1956
Tempo della scrittura
1990 -1994
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 183
Collocazione
MG/95