Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 148

I migliori anni della nostra vita

Cosimo D'Angelo

Nel '68 uno studente entra in conflitto con la famiglia, poi si innamora di una ragazza che lo porta verso un mondo di "persone che contano", introducendolo alla massoneria. Coinvolto in un'operazione per ottenere il rilascio del padre della fidanzata, da un seqestro, si avvia a conoscere un'altra donna che diventerà sua moglie.
Estremi cronologici
1967 -1990
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 124
Collocazione
MP/97

Chi sono?

Laura Flores

Il cammino incompiuto di una donna che tenta di districarsi dai suoi disagi, con pochi e marginali riferimenti alla realtà esterna. Il mondo interiore di una sofferenza.
Estremi cronologici
1993
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 179
Collocazione
DP/97

Cancro: istruzioni per l'uso

Gloriana Orlando

A quarantuno anni si scopre affetta da malattia cancerosa e comincia le cure che la porteranno alla guarigione: una battaglia che sembra avere vinto da sola attraverso due operazioni e sei chemioterapie. Può solo contare sull'assistenza di una zia.
Estremi cronologici
1991 -1992
Tempo della scrittura
1991 -1992
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 53
Collocazione
DP/97

Racconti di un ragazzo del '43

Anselmo Rossi

Fra l'ingresso degli americani a Roma, nel 1944, e l'alluvione nel Polesine, del 1946, la sopravvivenza materiale precaria di un ragazzo che farà il cameriere d'albergo, l'autista, il mercante di borsa nera, conoscendo l'Italia, dalla Sicilia al delta del Po, vivendo molte avventure amorose e ammirando sempre più il proprio paese.
Estremi cronologici
1944 -1951
Tempo della scrittura
1995 -1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 91
Collocazione
MP/97

Memorie di un profugo

Giuseppe Vindigni

Volontario in Tunisia, viene fatto prigioniero dagli americani e consegnato ai francesi. Fugge dal campo, si rifugia da un'amica e poi s'infiltra nel campo prigionieri cooperatori controllato dagli americani, dal quale fugge ancora per consegnarsi agli inglesi. Dopo la guerra, torna clandestinamente in Italia, dove vincerà un concorso per l'aeronautica e si sposerà.
Estremi cronologici
1942 -1951
Tempo della scrittura
1970
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 171
Collocazione
MG/97

Il diario di Sissy

Elisabetta Arrabito

Una ragazza dai fermi principi, che lotta per acquistare sempre più fiducia in se stessa, riesce a "dare a sé la propria vita" raccontando le sue diverse esperienze, anche amorose, fino a quando, laureata, incontra l'uomo giusto che la sposerà.
Estremi cronologici
1979 -1995
Tempo della scrittura
1979 -1995
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 73
Collocazione
DP/98

[...] Carissimi. Ieri ricevetti la lettera di Leopoldo

Francesco Del Vecchio

Chiamato alle armi il 17 aprile del 1940, l'autore viene inviato in Albania, da dove scrive regolarmente a casa. Il ricco epistolario continua quando Francesco sarà inviato in Grecia e il suo battaglione verrà impiegato contro i partigiani.
Estremi cronologici
1940 -1943
Tempo della scrittura
1940 -1943
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 300
Collocazione
E/98

Lontano è l'odore del mare

Caterina Carbone

Immagini di un'infanzia felice trascorsa in Sicilia e rievocate durante un successivo trasferimento al Nord dove il clima invita a questo tipo di rimembranza, quasi di sogno.
Estremi cronologici
Inzio: 1959
Fine presunta: 1959-1999
Tempo della scrittura
1992 -1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 16
Collocazione
MP/98

La voce dell'assenza

Domenica Francesca Maurigi

Un lungo sfogo di emozioni e affanni sentimentali determinati da fatti difficilmente decifrabili nell'ansia di una scrittura che vuole sottolineare soprattutto "le voci dell'assenza": forse quella del padre incarcerato e di un uomo dal quale si è allontanata. Ma Iddio è sempre presente e le ispira un amore infinito.
Estremi cronologici
1996 -1997
Tempo della scrittura
1996 -1997
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 95
Collocazione
DP/98

La famiglia de Martino

Adriana Fortunato

La Napoli aristocratica dei primi del Novecento, con le carrozze e l'abbonamento al San Carlo, nel ritratto, affettuoso e nostalgico, che una direttrice didattica fa dell'altolocata ed eccentrica famiglia materna. Memorie personali e illuminazioni d'infanzia si mischiano ai racconti che le narrava la madre, personaggio centrale di questa saga.
Estremi cronologici
1920 -1985
Tempo della scrittura
1985 -1986
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Libro di famiglia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 70
Collocazione
MP/99