Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 169

La Mia Guerra

Domenico Taccone

Un sopravvissuto ai campi di concentramento racconta ai famigliari le sue memorie di guerra: dopo quarant'anni dal suo rientro a casa, un nipote le trascrive fedelmente e gliele regala. Dagli inizi come militare volontario a Bari, agli spostamenti con il suo battaglione, al rientro a casa dopo la prigionia nei paesi dell'Est. Nel ricordo delle difficoltà affrontate, traspare la serenità di chi ha sempre nutrito una profonda fede.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 82
Collocazione
MG/Adn

Lu' é partito

Anna Laforenza

Un'adolescente attivista politica resta in stato interessante: non ci sono alternative e decide di abortire clandestinamente lontano da casa, dove nessuno può vederla. Al rientro, i genitori non si sono accorti di nulla: per loro era ospite di un'amica. A un'agenda rossa confida il dolore per il gesto compiuto e la certezza che la famiglia non avrebbe mai capito.
Estremi cronologici
1976
Tempo della scrittura
1976
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 29
Collocazione
DP/Adn

[...] Le due baracche sulla collina

Rachele Maga

Appunti, lettere e fotografie di una crocerossina che, durante la seconda guerra mondiale, presta la sua opera negli ospedali da campo delle zone più disastrate. Dalla Grecia all'Albania sino al Nord Africa, soccorre le vittime del conflitto.
Estremi cronologici
1940 -1944
Tempo della scrittura
1940 -1944
Tipologia testuale
Fotografie
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotografie
Consistenza
pp. 14
Collocazione
A/Adn

Il mio diario militare

Vito Latrofa

Un giovane militare italiano viene deportato in Germania e internato nel lager 59 alla periferia di Berlino: dopo due anni di prigionia, nel maggio del 1945, viene liberato dai russi. Prima del rientro, trascorrerà qualche mese nei campi profughi tedeschi.
Estremi cronologici
1941 -1945
Tempo della scrittura
1941 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 858
Collocazione
DG/Adn

De bello graeco

Guido Zuliani

Un ufficiale della guardia di finanza, durante un periodo di malattia, rievoca gli anni di guerra in Grecia e le peripezie varie, fino al rientro in Italia nel 1944.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1958 -1960
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 234
Collocazione
MG/92

Le Case Bianche

Giovanni Rosada

Quasi un secolo di vita narrato, da un dirigente industriale veneto molto attaccato ai luoghi e alla persone della sua famiglia: tra Feltre e Padova, una testimonianza spassionata delle tragedie di due guerre mondiali.
Estremi cronologici
1904 -1991
Tempo della scrittura
1976 -1991
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 278
Collocazione
MP/94

Cari genitori

Giuseppe Perotti

Lettere inviate alla famiglia da un alpino che, durante la seconda guerra mondiale, passa dal fronte italo-francese a quello greco-albanese, per finire disperso nella steppa russa.
Estremi cronologici
1939 -1943
Tempo della scrittura
1939 -1943
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 162
Collocazione
E/94

Raccontami nonnino

Ruggero Calastrini

Una raccolta di ricordi che vanno dalla prima alla seconda guerra mondiale é dedicata alla nipote: un commerciante, costretto a diventare ufficiale, narra le sue traversie.
Estremi cronologici
1890 -1945
Tempo della scrittura
1961
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Allegati
Consistenza
pp. 57
Collocazione
MP/94

Memorie di carceriere

Giacinto Cito

Le memorie di un direttore di carceri, che fin da bambino aveva manifestato un carattere eccezionale, contestando il duce e scrivendo petizioni al re.
Estremi cronologici
1920 -1993
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 196
Collocazione
MP/94

In corsa... con la vita

Vittorio Papa

Dall'infanzia di girovago dietro la compagnia teatrale dei genitori alla perdita del padre e, dopo la guerra, l'emigrazione in Venezuela. Poi, il ritorno in Italia con un gruzzolo che gli permetterà di ricominciare a vivere partendo dalla gestione di un cinematografo.
Estremi cronologici
1919 -1950
Tempo della scrittura
1992 -1993
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 127
Collocazione
MP/94