Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 44

La strana saga dei D

Nietta D'Atena

La storia di una grande famiglia calabrese. L'Autrice, che ne fa parte e che da essa si è allontanata per amore, tratteggia una galleria di personaggi singolari, ostinatamente convinti che il lavoro e l'azienda di famiglia siano da anteporre a qualsiasi altro sentimento e valore umano.
Estremi cronologici
1942 -1987
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 198
Collocazione
MP/87

[...] Gentilissima

AA.VV.

Un preside in attesa del pensionamento, una diciottenne dallo scarso rendimento scolastico, una donna innamorata, un parroco calabrese e un prete "spretato", scrivono a un'amica psicoanalista parlando dei loro problemi e delle loro insicurezze, ma anche di letteratura e di filosofia.
Estremi cronologici
1984 -1997
Tempo della scrittura
1984 -1997
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 269
Collocazione
A/Adn

[..] Cara Sandrina

Quinto Pasini , Alessandra Polverelli

Due giovani si scambiano una fitta corrispondenza amorosa durante la guerra: lui è in Libia, come bersagliere, lei in Romagna. Rimpatriato prima del crollo, Quinto riesce a vedere spesso la sua ragazza.
Estremi cronologici
1937 -1944
Tempo della scrittura
1937 -1944
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Allegati
Consistenza
pp. 133
Collocazione
E/91

Lucciole per lampare

Mila Moretti

Una giovane donna, dopo aver superato un brutto periodo, scopre nuovamente l'amore accanto ad un ragazzo che la porterà a vivere una splendida esperienza vitale.
Estremi cronologici
1960 -1985
Tempo della scrittura
1985
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 87
Collocazione
MP/86
Soggetti
Parole chiave

Tra il patetico e il vano...quasi una vita

Giuseppe Sansalone

Il racconto di un uomo di buona famiglia, educato al possesso, che trascorsa l'infanzia presso la casa dei genitori, verrà collocato in collegio per raggiungere una buona posizione sociale. L'attenzione allo studio presto sarà sostituita da un'attrazione per le tante donne che si alternano, come oggetti posseduti senza amore, nel palcoscenico dei suoi ricordi.
Estremi cronologici
1916 -1988
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 140
Collocazione
MP/89

Il pesce spada

Salvatore Solito

Un pensionato ritorna in Sicilia dopo molti anni di assenza: rivede così i luoghi della sua infanzia e rivive con l'amico Frisone, un tempo pescatore, la mitica caccia al pesce-spada.
Estremi cronologici
1990
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 7
Collocazione
MP/T

Un po' della mia vita e il cancro

Maria Messina

Il racconto comincia dal giorno in cui all'Autrice fu comunicata una diagnosi maligna: da quel momento iniziano dieci anni anni di lotta coraggiosa contro il cancro, di fede e di rassegnazione.
Estremi cronologici
1980 -1990
Tempo della scrittura
1980 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 13
Collocazione
MP/92

Così oggi... perchè ieri la mia infanzia

Aldo Autolitano

Un medico dell'ospedale di Vigevano ricorda la sua povera infanzia a Reggio Calabria e il costante impegno scolastico, che lo ha accompagnato sino alla laurea.
Estremi cronologici
1966 -1970
Tempo della scrittura
1992 -1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 59
Collocazione
MP/94

Diario di un anno

Sofia La Rocca

Una madre racconta la lontananza del figlio per un anno di servizio militare che poi si conclude con la sua rafferma nell'arma dei carabinieri.
Estremi cronologici
1992 -1993
Tempo della scrittura
1992 -1993
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 52
Collocazione
DP/95

Compendio di famiglia

Mario Pagliai

Il nonno mazziniano, il padre socialista, lui comunista. La ricostruzione delle origini famigliari, il Ventennio fascista, l'impiego nei cantieri navali, la guerra e la prigionia fino alle nozze d'oro; un operaio con la sesta elementare racconta.
Estremi cronologici
1864 -1992
Tempo della scrittura
1994
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 70
Collocazione
MP/95