Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 35

Diario di un sommergibilista

Guido Faccini

Le rocambolesce avventure nel "mare nostrum" di un giovane ufficiale arruolato in marina. L'autore rivive con ironia i giorni in cui, fiero di difendere la patria e il suo duce, combatteva, a bordo del sommergibile Asteria, contro il nemico.
Estremi cronologici
1917 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 160
Collocazione
MG/87

Suggestioni

Mara Berto

Un'assistente sociale si racconta analizzando i propri sogni, nella convizione che l'interpretazione onirica sia un modo per conoscersi, e si confronta con il complesso mondo dell'infanzia rappresentato dal nipote, che lamenta allarmanti difficoltà di apprendimento.
Estremi cronologici
1974 -1987
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Fine: 1987
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 120
Collocazione
MP/88

I miei giorni a Trieste

Giovanni Bernardini

La vacanza estiva di un ragazzo dodicenne presso gli zii di Trieste è l'occasione per visitare i luoghi dell'unità d'Italia e della Grande Guerra e per inneggiare al sentimento patriottico.
Estremi cronologici
1935
Tempo della scrittura
1935
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 84 con ill.
Collocazione
DV/89

[...] Cara Signora

AA.VV.

Due momenti diversi della vita di una studentessa di Savona, delineati dalle alcune lettere a lei inviate: un primo gruppo riguarda il periodo dell'adolescenza, vissuta tra i boy-scouts, un secondo quello degli studi universitari, trascorso viaggiando e conoscendo giovani di tutto il mondo.
Estremi cronologici
1962 -1984
Tempo della scrittura
1962 -1984
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 230
Collocazione
A/Adn

[...] Carissimo Vincenzo mio

Vincenzo Farina , Jone Leporini

Divisi dalla guerra, due giovani si scrivono quasi quotidianamente lettere piene d'amore e di talento: lui idealista e tutto preso dalla sua missione, lei pragmatica e casalinga, gelosa della patria che lui ama fin troppo. Finchè arriva Caporetto.
Estremi cronologici
1916 -1917
Tempo della scrittura
1916 -1917
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 468
Collocazione
E/93

Le nostre minicrociere d'agosto

Antonio Coletti

La passione della barca a vela nei resoconti di viaggio di un pensionato milanese che, con l'amico del cuore e i figli, solca i mari nostrani fino alle coste dalmate nelle sue mini-crociere estive.
Estremi cronologici
1981 -1984
Tempo della scrittura
1981 -1984
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 33
Collocazione
DV/85

Al monte.. trentini e foresti.. storie familiari.. di amicizia e.. di svago..

Bepi Fabris

La cordialità di un popolo, i montanari rudi col naso rosso, le casettine da fiaba in un paesaggio da presepe e la ricerca delle proprie radici, nel commosso ricordo di un operaio innamorato del Trentino, che ogni anno ritorna nella terra dove stanno le origini della sua famiglia.
Estremi cronologici
1924 -1988
Tempo della scrittura
1987 -1988
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 27
Collocazione
MP/95

Cos'è la guerra? un'infinità di dolori!!

Cesare Ermanno Bertini

Diario della prima guerra mondiale sul Carso scritto da un romantico e valoroso giovane toscano, spesso ironico su sè, sugli altri e sugli eventi, finchè cade ferito e durante la convalescenza conosce una ragazza, Linda, che poi sposerà. Il diario è preceduto da una nota a carattere storico.
Estremi cronologici
1915 -1918
Tempo della scrittura
1915 -1918
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Allegati
Consistenza
pp. 155
Collocazione
DG/96

La mia vita durante la guerra italo-austriaca

Pietro Storari

Chiamato alle armi nella primavera del 1915 e inquadrato nel 121 reggimento di fanteria, partecipa a molti combattimenti sul Carso, poi sul fronte trentino, fino ad essere coinvolto nella ritirata di Caporetto e a vivere i giorni della vittoria.
Estremi cronologici
1915 -1918
Tempo della scrittura
1920
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 19
Collocazione
MG/97

Fontanazza

Vincenzo Rabito

L'epopea picaresca di un siciliano semianalfabeta, classe 1899, raccontata in mille fittissime pagine, con il punto e virgola a dividere ogni parola dalla successiva. Così la guerra sul Piave è spogliata di ogni retorica - cinico e disincantato, Vincenzo pensa solo a dormire e mangiare -, poi vive la povertà del Meridione, la Libia e l'Abissinia in camicia nera, fa festa per lo sbarco degli Americani, pratica la borsa nera, favorisce il banditismo, sempre destreggiandosi fra mafiosi e carabinieri, contrabbando e legalità.
Estremi cronologici
1899 -1970
Tempo della scrittura
1969 -1975
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Allegati
Consistenza
pp. 1027
Collocazione
MP/00