Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 11

La casa a Posillipo

Annamaria Altieri

La nipote di un nobile borbonico - pare fosse amico di Francesco II - assiste, in un breve lasso di tempo, alla prematura scomparsa di entrambi i genitori. Abbandonata dalla sua numerosa famiglia, trascorrerà la propria adolescenza in collegio e, perso anche l'affetto dei fratelli, troverà l'amore di colui che diverrà suo marito.
Estremi cronologici
1938 -1960
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Integrazione
Consistenza
pp. 81
Collocazione
MP/88

La nonna Rosa

Rose Baltera

Una donna piemontese fa un voto alla Madonna chiedendole un figlio maschio, futuro padre dell'autrice. La nipote la ricorda come la "nonna Rusin" che la consolò durante la guerra e che non le fece mancare nulla, nonostante la povertà imperante.
Estremi cronologici
1939 -1947
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 12
Collocazione
MP/T

Il latte versato

Reginella Boccara

La storia di una "famiglia balorda" nella quale la protagonista - dall'infanzia all'emigrazione - racconta come è giunta alla conclusione di essere "cresciuta male, in un nodo di vipere".
Estremi cronologici
1928 -1981
Tempo della scrittura
1976 -1981
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 477
Collocazione
MP/91

[...] Egregio signore, ricambiamo di cuore

Alda Madeo

Un amico di famiglia è lontano e lei ha l'incarico di scrivergli, per rispondere alle sue lettere. La corrispondenza si interrompe per una crisi depressiva.
Estremi cronologici
1972 -1974
Tempo della scrittura
1972 -1974
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 108
Collocazione
E/91

Domani chissà

Felice Malgaroli

Un'infanzia "orfana" con il padre al confino e la madre lontana per lavoro, la scuola della strada, l'esperienza partigiana e la deportazione. Poi, il ritorno, il lavoro in fabbrica e la scuola serale per diventare elettrotecnico.
Estremi cronologici
1930 -1953
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 113
Collocazione
MP/91

[...] Alle ore 6, partenza

Piero Goria

Diario che un ex alpino ha scritto durante una vacanza estiva: sveglia all'alba, scalate per raggiungere i rifugi alpini, paesaggi splendidi che infondono tranquillità.
Estremi cronologici
1937
Tempo della scrittura
1937
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 17
Collocazione
DP/Adn

Diario di Giulia

Giulia

Il conflitto interiore di una donna sposata senza amore a un uomo dominato dalla figura della madre. La sua tensione alla ricerca di un legame più soddisfacente, che non le faccia perdere la propria identità.
Estremi cronologici
1968 -1987
Tempo della scrittura
1982 -1987
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 165
Collocazione
MP/92

Diario svizzero

Angelo Peroni

Da Milano a Milano, fra i diciotto e i vent'anni di età, nei campi di internamento e di lavoro svizzeri per sfuggire alla leva della Repubblica fascista, e poi nella fugace parentesi della Repubblica partigiana della Val d'Ossola, sognando la rivoluzione proletaria e il rispetto della persona umana.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 188
Collocazione
DG/94

Desideravo una bicicletta

Iria Parlanti

Negli anni Cinquanta, una ragazzina e il suo grande desiderio di avere una bicicletta. Con questo obiettivo lavora duramente in Piemonte, con i suoi genitori, a fare mattoni. Dopo molti sacrifici arriva la bicicletta.
Estremi cronologici
1935 -1966
Tempo della scrittura
1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 3
Collocazione
MP/T2
Parole chiave

Anni ruggenti... e squittenti

Carlo Alberto Bettega

L'autore, nato nel 1927, in pieno regime fascista, sottolinea ironicamente gli aspetti negativi di quel periodo. Vive i disagi della guerra, pur non prendendovi parte attiva. Laureatosi in ingegneria nel 1951, trova impiego a Milano in un'industria di bruciatori per il metano e per lavoro dovrà viaggiare molto, in Italia e all'estero, in particolare in Oriente.
Estremi cronologici
1935 -1985
Tempo della scrittura
1999 -2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 209
Collocazione
MP/02