Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 10

Quando la patria chiama

Mario Francesco Giacometti

Un marinaio bambino, di soli 14 anni, per colpa di uno zio, si trova imbarcato come sguattero in una nave, nella quale resterà fino alla fine della guerra. Una volta è affondato da un sottomarino inglese e si salva aggrappandosi a una zattera, poi, il suo piroscafo si camuffa da nave-ospedale per passare con gli Alleati da quali, lui e i suoi compagni, saranno trattati da prigionieri.
Estremi cronologici
1941 -1946
Tempo della scrittura
1995 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 61
Collocazione
MG/99

Meglio di Napoleone... Quando compio 90 anni

Irnerio Rossi Compostella

Breve sintesi autobiografica di un pensionato al compimento dei novanta anni: gli inizi da avvocato, poi la svolta come industriale e il trasferimento in Sudafrica e Rhodesia, per iniziare l'attività di viticoltore. Infine, il rientro definitivo in Italia.
Estremi cronologici
1930 -1998
Tempo della scrittura
1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 9
Collocazione
MP/T

[...] Partenza da Milano

Pietro Beghi

Diari dei viaggi che un pensionato della provincia di Milano, dopo una vita di lavoro, compie intorno al mondo, visitando tutti i continenti. Di ogni luogo fa la cronaca delle cose viste, dallo sfarzo e grandezza di molte città alla desolazione e povertà di altre. In alcuni viaggi è accompagnato dalla figlia.
Estremi cronologici
1973 -1995
Tempo della scrittura
1973 -1995
Tipologia testuale
diario di viaggio
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 166
Collocazione
DV/06

Appunti dal Sudafrica

Francesca Mengoni

Per mettere alla prova se stessa una trentenne umbra lascia la rassicurante provincia italiana per scoprire cosa c'è "al di là". Tre mesi di permanenza in Sudafrica diventano occasione per indagare il rapporto con la sua compagna Sandy, una sudafricana bianca piuttosto autoritaria della quale Francesca subisce il fascino. E' un viaggio pieno di magia e avventura, in una terra dalla natura incantata appena uscita dall'apartheid, dove le due donne conoscono attivisti politici, capi villaggio, sfuggono a un'aggressione e vengono a contatto con la medicina alternativa. Quando il viaggio si conclude, Francesca si rende conto che anche il rapporto con Sandy è dest...
Estremi cronologici
1996
Tempo della scrittura
1998 -2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 8
Consistenza
pp. 100
Collocazione
MP/08

Il puzzle della memoria. Piccola storia triestina

Corrado Varnier

Memorie di un ex ufficiale della Marina militare, che ripercorre alcuni momenti significativi della gioventù, negli anni della Seconda guerra mondiale. Ricorda i bombardamenti, l'arrivo a Trieste degli alleati e contemporaneamente dei partigiani di Tito, le tensioni politiche e il ritorno della città all'Italia.
Estremi cronologici
1944 -1961
Tempo della scrittura
2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 149
Collocazione
MP/08

Un diario scritto a testa in giù!

Giampaolo Cappanera

Il trasferimento per motivi di lavoro in Sudafrica segna l'inizio di una nuova vita per l'autore, responsabile delle sedi estere Alitalia, a contatto con i paradossi di una situazione politica complicata, in un paese dove esiste ancora l'Apartheid. Nel 1988 si trasferisce con la moglie in Brasile, mentre la figlia preferisce continuare gli studi a Johannesburg. Dai profumi e colori africani alla vita della metropoli di San Paolo, una realtà sconvolgente di miseria, corruzione, degrado morale che si riflette anche nella sua vita quotidiana. Nel 1992 torna nell'Africa che ha sempre rimpianto.
Estremi cronologici
1984 -1992
Tempo della scrittura
2007 -2008
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 52
Collocazione
DP/10

Diari di viaggio

Adele Maria Brechet

Quasi cinquant'anni di vita racchiusi in dodici diari: ognuno diverso dall'altro raccontano con pensieri, poesie, riflessioni e disegni il passaggio verso la maturità di un'impiegata romana. Scritti che descrivono vaste zone dell'Europa, Americhe e Unione Sovietica, dettagliate ma anche con uno sguardo introspettivo
Estremi cronologici
1945 -1995
Tempo della scrittura
1950 -1995
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp.
Collocazione
DV/Adn2

Diario del mio viaggio

Pietro De Cian

Fatto prigioniero dagli inglesi mentre combatte in Nord Africa, un militare vive le privazioni della deportazione e della prigionia: durante il tragitto in mare la nave è silurata, ma lui fortunosamente si salva. Trasferito in Inghilterra, è spostato in diversi campi di lavoro: qui scrive la memoria di circa cinque anni di lontananza dalla famiglia.
Estremi cronologici
1941 -1946
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 88
Collocazione
MP/09

Il bacio salato

Roberta Tomaselli

Un'insegnante veneta, vissuta sempre con la famiglia all'estero, descrive il dolore per la perdita della figlia, morta a ventuno anni per l'aggravarsi della sua malattia congenita, la fibrosi cistica. Il diario inizia pochi giorni dopo il lutto, integrato da poesie, pagine di altri diari e scritti della figlia: presente e passato si fondono e la mancanza diventa presenza attraverso la scrittura.
Estremi cronologici
1971 -1996
Tempo della scrittura
1994
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 56
Collocazione
DP/11

Sommario dal giorno della mia mobilitazione alla vita di prigionia al giorno del rientro in patria

Antonio Stefano

L'autore è un carabiniere che nel 1940 si trova in servizio in un paesino del Molise. Prima della dichiarazione di guerra viene mobilitato e mandato in Africa Settentrionale dove trascorre mesi di relativa tranquillità, fino all'attacco degli Inglesi avvenuto in dicembre. Fatto prigioniero viene deportato in vari campi di concentramento in Egitto, poi nel settembre 1941 a Durban in Sudafrica dove rimane fino al novembre 1946, data del rimpatrio.
Estremi cronologici
1940 -1946
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 17
Collocazione
MG/12