Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 9

Il giorno 16 giugno del 1986

Settimio Gialli

Un giorno di diario in cui un maresciallo dei carabinieri racconta come è riuscito a salvare la vita di un uomo che stava tentando il suicidio.
Estremi cronologici
1986
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 5
Collocazione
DP/T

Vita difficile

Fabio Dell'Avanzato

Due anni di vita di un anoressico, mentre si sta curando in clinica e a casa, con lo sforzo di reinserirsi in famiglia e nel mondo della musica, frequentando anche una scuola per diventare musico-terapista.
Estremi cronologici
1999 -2000
Tempo della scrittura
1999 -2000
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 87
Collocazione
DP/01

Sprazzi di memorie

Mauro Montagni

Un inserviente ospedaliero ricorda soprattutto la sua infanzia e adolescenza, attraverso le figure dei nonni e dei genitori. Poi tra alti e bassi lavorativi, narra di come ha trovato la stabilità economica e affettiva, sino a crearsi una famiglia, di cui essere soddisfatto.
Estremi cronologici
1946 -2000
Tempo della scrittura
1999 -2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 21
Collocazione
MP/01

Diario della mia vita

Silvio Marcelli

Dopo una breve esperienza in seminario, l'autore impara il mestiere di calzolaio. Pur essendo stato riformato, nel 1916 viene richiamato per servizi sedentari. Congedato nel 1919, dopo vari concorsi viene assunto come Guardia comunale. Si sposa e dopo quindici anni rimane vedovo con due figli. Si dedicherà poi un lavoro di ricerche storiche del suo paese e al riordino dell'Archivio comunale.
Estremi cronologici
1890 -1967
Tempo della scrittura
1945
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 34
Collocazione
MP/02

Diario di Zelinda Marcucci

Zelinda Marcucci

La delicata storia d'amore di due giovani della provincia di fiorentina: sfidando l'iniziale opposizione paterna, lei continua a frequentarlo, alternando all'intenso sentimento, dubbi sulla possibilità di avere un futuro insieme. Lui, partito per il fronte, è fatto prigioniero e portato in America: ritorna a casa dopo circa quattro anni scoprendo, ricambiato, di voler condividere la propria vita con la giovane che lo ha atteso per tutto il tempo.
Estremi cronologici
1935 -1946
Tempo della scrittura
1935 -1946
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 173
Collocazione
DP/03

[...] Ciao Anto!

A. R.

Un detenuto scrive lettere d'amore indirizzate ad una ragazza, rinchiusa nella struttura di fronte, che riempie i suoi pensieri: la osserva dalle finestre della sua cella. Un amore a "distanza" particolare, che si consuma fra sguardi e cenni, righe infuocate e tenere, ricordi e la promessa di continuare una vita insieme una volta usciti dal carcere.
Estremi cronologici
2002 -2003
Tempo della scrittura
2002 -2003
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Consistenza
pp. 147
Collocazione
E/Adn2

La mia storia

Namory Doumbia

Namory lascia la Costa d'Avorio nel 2014 per colpa dei conflitti in atto nel Paese e approda in Libia, dove finisce imprigionato. Tornato libero, riesce a imbarcarsi per l'Italia e arriva a Lampedusa (AG) nel 2015, dopo un viaggio molto rischioso. Attualmente vive in Toscana.
Estremi cronologici
1989 -2017
Tempo della scrittura
2017
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
2 p.
Collocazione
MP/T3

Ho imparato a nuotare con una zucca

Virgilio Dominici

L'autore nasce a Lucignano (AR) nel 1937 da una famiglia di mezzadri. Il nonno e il padre avevano aderito al Partito Comunista e ad un Comitato di Liberazione collegato a quello Nazionale, conducendo lotte per difendersi dal regime fascista. Nella prima parte del racconto narra la storia della sua famiglia. Quando ha diciannove anni, per trovare migliori opportunità di lavoro, la famiglia si trasferisce ad Agliana (PT). Qui lavora come muratore e poi dopo aver conseguito la terza media al serale e aver superato un concorso, ottiene un lavoro in Comune. Inizia un periodo appagante, si forma una famiglia e inizia a impegnarsi in politica e nel sociale. Entra n...
Estremi cronologici
1937 -2014
Tempo della scrittura
2010 -2014
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
262 p.
Collocazione
MP/15

Non ci credo, ma ci spero (Sempre)

Mauro Montagni

Un uomo, devoto di Padre Pio, ripercorre la sua vita a partire dall'infanzia, vissuta nel secondo dopoguerra. Marito e padre, da alcuni anni è nonno di due bambine, e nutre da sempre un affetto speciale per la propria famiglia.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1950-1952
Fine: 2021
Tempo della scrittura
2020 -2021
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
11 p.
Collocazione
MP/T3