Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 21

Il mio diario

Paolo Calafiore

Per conquistare la ragazza amata, che si trova in Libia, allora colonia italiana, un volontario dell'esercito chiede di essere destinato in Africa. La storia d'amore sarà però guastata da una lunga prigionia in mano agli inglesi.
Estremi cronologici
1925 -1946
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 98
Collocazione
MG/88

Memorie di guerra e di prigionia

Aldo Carugati

Egitto, Pretoria, Inghilterra, sono le tappe della prigionia di un soldato catturato sul fronte libico dagli inglesi nel 1941: dopo essere stato deportato in vari campi di prigionia, soltanto nel 1946 tornerà ad abbracciare la fidanzata.
Estremi cronologici
1940 -1946
Tempo della scrittura
1941 -1946
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 121
Collocazione
DG/90

[...] A brevi tratti

Lucia Servadio

Il "diario postale" di Lucia, medico giramondo novantottenne, residente negli Stati Uniti: sono soprattutto lettere, ma anche appunti, discorsi ufficiali, agende, fotografie che raccontano la movimentata vita di una viaggiatrice instancabile, costretta, in seguito all'emanazione delle leggi razziali, a lasciare l'Italia e a costruirsi una famiglia altrove. Un intero scatolone pieno di scritti autobiografici.
Estremi cronologici
1900 -1997
Tempo della scrittura
1981 -1997
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
Diario
zibaldone
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Allegati
Collocazione
E/Adn

Ricordi della II guerra mondiale

Carlo Belli

Le peripezie di un prigioniero di guerra italiano, catturato in Libia e deportato in vari campi di concentramento: dall'Egitto al Sud Africa, dall'Arizona - da dove tenta un'inutile fuga in Messico - alle Hawaii.
Estremi cronologici
1939 -1946
Tempo della scrittura
1985 -1986
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 9
Collocazione
MG/T

Dall'alba all'Ave Maria

Agatino Ali'

Prigioniero degli inglesi dopo l'autoaffondamento dell'incrociatore San Giorgio, l'autore narra le traversie nei campi di Tobruk e del Sudafrica, fino al ritorno al paese natio.
Estremi cronologici
1940 -1946
Tempo della scrittura
1948 -1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 89
Collocazione
MG/91

I miei ricordi della vita vissuta durante l'ultima guerra

Ottavio Bellisai

Le peripezie di guerra di un carabiniere mandato in Africa Settentrionale e fatto prigioniero a Tobruk: cinquantaquattro mesi di reticolati in Sudafrica che fruttarono solo una misera pensione.
Estremi cronologici
1940 -1946
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 17
Collocazione
MG/91

[...] Laggiù lontano nel deserto Marmarico

Riccardo Martini

Un giovane fascista fatto prigioniero in Africa vive la guerra attraverso i racconti di radio fante e della stampa. Ricorda la famiglia, non trova comprensione nei commilitoni, mette in risalto una fervente fede nel fascismo e il ricordo di una donna lasciata a casa, innamorata: al suo ritorno lei non sarà ad attenderlo e, amaramente, apprenderà anche della morte della madre.
Estremi cronologici
1941 -1946
Tempo della scrittura
1941 -1946
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 817
Collocazione
DG/87

La vita di un soldato. Ricordi della mia vita militare

Carmelo Prudenza

Catturato dagli inglesi a Tobruk, un ragazzo finisce nei campi di prigionia in Egitto, Sud Africa e infine in Inghilterra, dove finalmente riuscirà a costruire solidi legami affettivi necessari per alleviare il dolore causato dal distacco dalla famiglia.
Estremi cronologici
1939 -1946
Tempo della scrittura
1981
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 345
Collocazione
MG/89

Itinerari

Serena Antonia Rosso

Dal casuale ritrovamento delle lettere che il nonno inviava alla moglie, dai più lontani porti del mondo, nasce l'idea di ripercorrere, a ritroso nel tempo, la storia della propria famiglia. Così quell'epistolario è un'occasione per fare un bilancio di scelte personali, alla luce di un passato che è parte integrante della propria vita.
Estremi cronologici
1951 -1996
Tempo della scrittura
1987 -1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 145
Collocazione
MP/Adn

Leggimi che poi mi terrai caro

Giuseppe Usardi

Ancora ventenne, per fuggire la miseria contadina, si arruola come volontario nei carabinieri, fa il paracadutista e, allo scoppio della guerra, è fatto prigioniero dagli inglesi sul fronte libico. Sceglie di collaborare e lavora in un'azienda agricola sudafricana per un periodo che ricorderà per la particolare tranquillità.
Estremi cronologici
1938 -1947
Tempo della scrittura
1938 -1947
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 168
Collocazione
MG/95