Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 180

50 anni fa

Giuseppe Francia

Vita vissuta in tempo di guerra da un ragazzo di quindici anni: la scuola, gli allarmi, i bombardamenti, il lavoro nei campi e poi gli scontri fra tedeschi e partigiani, fino al ritorno a Bologna fra le macerie.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Allegati
Consistenza
pp. 180
Collocazione
DG/96

Quando la mente iniziò a ricordare

Margherita Ianelli

"Zappaterra" sono i contadini ignoranti che accolgono l'orfana Magherita, la fanno rinchiudere nel suo isolamento che qualcuno chiama "malattia mentale", partecipano alle prime rivendicazioni proletarie. La strage di Marzabotto è per lei la rappresaglia causata dal comportamento dei partigiani e l'Emilia comunista guarda con sospetto a questa contadina che va in chiesa.
Estremi cronologici
1927 -1993
Tempo della scrittura
1991 -1993
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 599
Collocazione
MP/96

Nonostante la vita

Antonio Treré

Nel 1945 lo scoppio di un ordigno bellico lo rende paraplegico. Inizia da qui la lotta di un disabile imolese contro la religione, che è "falsa e reazionaria"e contro il clericalismo dilagante. Aderisce al Pci e diviene consigliere comunale a Imola.
Estremi cronologici
1945 -1993
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 212
Collocazione
MP/96

Tremarono i Lungarni (Firenze tra il '44 e il '45)

Gian Gaspare Balderi

Sfollamento da Bologna a Firenze su una Topolino Fiat, per raggiungere i nonni materni, ebrei perseguitati dalle leggi razziali. Un ragazzino di quattordici anni osserva la furia della guerra nella speranza di assaporare il gusto della libertà.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 33 con ill/docum.
Collocazione
MG/97

Vittoria del silenzio

Stefan Dabrowski

Un polacco che aveva combattuto sul fronte di Cassino e poi si è stabilito in Italia ed è emigrato in Argentina, narra la sua movimentata vita, irta di difficoltà e umiliazioni, ma anche riscaldata dalla compagnia di una moglie che gli è vicina da cinquant'anni e gli ha dato due figli.
Estremi cronologici
1924 -1994
Tempo della scrittura
1994
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 47
Collocazione
MP/97

Telefonami tra vent'anni

Aldo Della Torre

Due ragazze che sono state amiche di un giovane disabile, morto prematuramente, hanno mandato all'Archivio di Pieve le lettere ricevute da lui, che parlano di amore, solitudine, motivi culturali e valore dell'impegno politico e sociale.
Estremi cronologici
1986 -1991
Tempo della scrittura
1986 -1988
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Integrazione
Consistenza
pp. 261
Collocazione
E/97

I sentieri dell'odio

Vitaliano Ravagli

La guerra mondiale e lo sfollamento della famiglia sul fiume Senio, in una tormentata terra di nessuno, lasciano tracce indelebili nell'animo di un giovane, e lo portano a cercare ancora i motivi dell'odio patito in un'altra guerra, in Laos, nel 1956.
Estremi cronologici
1943 -1958
Tempo della scrittura
1994 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 223
Collocazione
MG/97

La mia favola (o fiaba?) per Martina

Irma Ravaglia

Un'autobiografia che è il testamento lasciato in eredità alla nipote Martina: la vita della famiglia, compresi gli antenati, la guerra, che ha rovinato i vent'anni dell'autrice, e tutti gli eventi successivi, quali malattie, morti, felicità e piccoli eroismi.
Estremi cronologici
1922 -1996
Tempo della scrittura
1962 -1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 134
Collocazione
MP/97

Racconto di vicende vissute al tempo di guerra

Anna di Marzabotto

Scene di guerra, soprattutto degli ultimi mesi, rievocate attraverso lampi di immagini, come sensazioni di paura. Una giovane è intrappolota dalla fuga dei tedeschi che la costringono nella sua Marzabotto, poi riesce a fuggire fino a Casalecchio e a Bologna, dove festeggia la Liberazione.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 18
Collocazione
MG/98

Abbasso e abbasso la naja

Elsa Vaccari

Diario delle ansie di una madre per il figlio che presta servizio militare: l'inquietudine per ogni piccola malattia, le attese per le visite, le licenze o le telefonate. Lui è nel coro degli alpini e la famiglia, guidata dalla madre, lo segue nelle manifestazioni.
Estremi cronologici
1988 -1989
Tempo della scrittura
1988 -1989
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 40
Collocazione
DP/98