Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 79

[...] Parto con un collega

Francesco Viggiani

Brevi appunti scritti quasi ogni giorno in un piccolo taccuino da uno studente che vive i momenti più intensi della prima guerra mondiale fra Caporetto e Vittorio Veneto.
Estremi cronologici
1917 -1918
Tempo della scrittura
1917 -1918
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 3
Originale dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 27
Collocazione
DG/89

Le Case Bianche

Giovanni Rosada

Quasi un secolo di vita narrato, da un dirigente industriale veneto molto attaccato ai luoghi e alla persone della sua famiglia: tra Feltre e Padova, una testimonianza spassionata delle tragedie di due guerre mondiali.
Estremi cronologici
1904 -1991
Tempo della scrittura
1976 -1991
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 278
Collocazione
MP/94

Vita vissuta

Maria Brunetta

Dopo Caporetto una donna friulana, colta e molto ricca, inizia una lunga discesa verso Sud assieme ai famigliari. Poi da sola, munita della sua bicicletta, ritornerà indietro, per salvare qualche altra valigia, in una corsa contro il tempo, mentre gli avversari penetrano da Nord. Fino all'arrivo a Napoli.
Estremi cronologici
1917
Tempo della scrittura
1917
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 28
Collocazione
DG/95

Stalag 317

Salvatore Galasso

Al corso allievi ufficiali di complemento in marina viene catturato dalle forze armate tedesche e deportato in un lager. Un tentativo di fuga fallito, il lavoro coatto in una miniera di rame austriaca e le successive vicissitudini in un deposito locomotive fino ad una seconda evasione, andata a buon fine.
Estremi cronologici
1928 -1945
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
pp. 120
Collocazione
MG/95

Sette anni in grigioverde

Angelo Zanellato

Partito per fare il militare in tempo di pace, si ritrova in guerra e subito prigioniero in Russia, dove trascorrerà sette anni nei campi, convincendosi che il socialismo non è così brutto come lo dipingevano i fascisti.
Estremi cronologici
1938 -1945
Tempo della scrittura
1955
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 80
Collocazione
MG/96

Diario

Fanny Rettig

I primi anni del novecento a Rieti, sullo sfondo delle memorie di una signora tedesca, sposata con un benestante professore italiano, che segue con attenzione la crescita dei due figli. La narrazione è arricchita da esperienze di viaggio e dalla cronaca di eventi come il terremoto del 1898 e l'eruzione del Vesuvio del 1905.
Estremi cronologici
1898 -1906
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1910-1919
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 17
Collocazione
MP/97

Ut sementem feceris, ita metes

Emma Lina Riccitiello

Tutta la storia della famiglia Riccitiello narrata da una discendente sociologa: dal Veneto alla Campania poi il ritorno al Nord, in una carrellata storica che non dimentica quasi niente delle disavventure di tutti.
Estremi cronologici
1924 -1948
Tempo della scrittura
1992 -1994
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 105
Collocazione
MP/97

Diario del S. Ten. Ugo Bellotto

Ugo Bellotto

Il rendiconto quasi giornaliero dell'esistenza trascorsa in diversi campi militari, dove l'autore è stato deportato come prigioniero di guerra, fornisce al lettore anche un quadro chiaro degli eventi storici di cui tratta.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1943 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 212
Collocazione
DG/98

[...] I Giugno 1915. Parto al 23 fanteria in Novara

Angelo Mariani

Memoria che riporta con perspicacia e con un certo umorismo la vicenda della partecipazione ai combattimenti nel Pasubio, nella prima guerra mondiale, di un uomo mite e non violento: una testimonianza più unica che rara sui patimenti della vita di trincea, sino alla grande ritirata.
Estremi cronologici
1915 -1919
Tempo della scrittura
Inzio: 1919
Fine presunta: 1920-1929
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 316
Collocazione
MG/98

Abbandono in crescendo

Maria Zaffira Secchi

Una donna che soffre di depressione parla con sua madre, che è morta quando lei era bambina, raccontandole la sofferenza e la solitudine in cui ha sempre vissuto per non averla avuta vicina quando si formava la sua personalità adulta.
Estremi cronologici
1995 -1997
Tempo della scrittura
1995 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 57
Collocazione
MP/98