Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 34

Gridai a un taxi

Rossana Tonini Bossi

Una vita trascorsa seguendo il marito nei suoi spostamenti professionali e sacrificando la propria professione, di procuratrice legale, ma osservando il mondo intorno a sè, con la sensibilità di una musicologa.
Estremi cronologici
1955 -1966
Tempo della scrittura
1966 -1969
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 93
Collocazione
MP/94

Qualche episodio della mia vita

Mario Giampieretti

La gioventù, la guerra e la vita lavorativa di un ragazzo molto sportivo che sarà prima volontario poi renitente e quasi disertore, inseguirà la fidanzata di qua e di là dal fornte, si laureerà in economia marittima e, da venditore di tubi, diventerà esperto spaziale.
Estremi cronologici
1933 -1988
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
pp. 82
Collocazione
MP/96

Sette anni in grigioverde

Angelo Zanellato

Partito per fare il militare in tempo di pace, si ritrova in guerra e subito prigioniero in Russia, dove trascorrerà sette anni nei campi, convincendosi che il socialismo non è così brutto come lo dipingevano i fascisti.
Estremi cronologici
1938 -1945
Tempo della scrittura
1955
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 80
Collocazione
MG/96

Vittoria del silenzio

Stefan Dabrowski

Un polacco che aveva combattuto sul fronte di Cassino e poi si è stabilito in Italia ed è emigrato in Argentina, narra la sua movimentata vita, irta di difficoltà e umiliazioni, ma anche riscaldata dalla compagnia di una moglie che gli è vicina da cinquant'anni e gli ha dato due figli.
Estremi cronologici
1924 -1994
Tempo della scrittura
1994
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 47
Collocazione
MP/97

Diario di guerra

Enrico Carbone

Arruolato il 1 marzo 1944 nel Genio artieri della Repubblica sociale italiana dopo essersi opposto alla chiamata del novembre 1943, un renitente vede la propria posizione aggravata dalle minacce di ritorsione contro i genitori e gli amici che lo ospitano. Ma poi si nasconderà e sarà in contatto con la resistenza fino alla liberazione, il 25 aprile 1945.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
1944
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 15
Collocazione
DG/98

[...] Carissimi

Virgilio Giovannini

Lettere e cartoline alla famiglia, da parte di un giovane militare, soddisfatto della propria esperienza di guerra, prima a Firenze, poi sul fronte croato: costante è il desiderio di avere notizie dei cari, di tranquillizzarli e assicurarsi che non manchino di nulla.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tempo della scrittura
1942 -1943
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 66
Collocazione
E/99

Il dono più grande

Giorgio Manna

Autobiografia di un avvocato che tenta di mettersi a nudo, guardando con ironia agli sbagli commessi. Finché una figlia, fino ad allora sanissima, non muore per Aids (uno dei primi casi in Italia). Gli anni dell'infanzia, l'esperienza della guerra, la carriera e poi la devastante realtà, a cui non può porre rimedio, se non aiutando gli altri.
Estremi cronologici
1926 -1997
Tempo della scrittura
1994 -1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 102
Collocazione
MP/99

Racconti di guerra

Virgilio Giovannini

Memoria di guerra di un pensionato che, arruolatosi diciottenne convinto che la guerra sarebbe durata dieci mesi, si ritrova a combattere sul fronte croato: sopravvissuto agli attacchi nemici, riesce a sfuggire ai tedeschi e a rivestire gli abiti borghesi.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 44
Collocazione
MG/Adn2

Il ritorno di Francesco

Laura De Rosa

L'autrice scrive la sua angoscia per la malattia del figlio schizofrenico. Dopo un tentativo di suicidio il ragazzo, che ha 16 anni, viene internato in un istituto prima e in una comunità poi. Lei tenta di ricostruire la sua vita affettiva dopo il divorzio dal marito, ma il suo pensiero costante è per il figlio che alimenta in lei vane illusioni di miglioramento.
Estremi cronologici
1989 -1994
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 14
Collocazione
MP/T2

Guerra e dopoguerra. Diario di un partigiano gregario. Novembre '43-Novembre '48

Marco Andrea Ugolini

Giovanissimo, è antifascista e partigiano sui monti sopra la valle del Sieve. Partecipa all'insurrezione di Firenze prima dell'arrivo degli Alleati e quindi si arruola con loro per combattere i tedeschi sulla Linea gotica. Ferito e curato male, rischia di morire. La guerra è finita, ma a lui danno solo una medaglia, nessuno lo aiuta a trovare un lavoro. Amareggiato e deluso documenta il tradimento della costituzione del '46.
Estremi cronologici
1943 -1948
Tempo della scrittura
1950 -1959
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 170
Collocazione
MG/03