Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 36

La lunga via di Damasco

Ezio Maletto

Figlio di operai, nel 1934, giocando con i compagni, riceve una pallonata in viso e perde quasi totalmente la vista. Le memorie si concentrano sui successivi vent'anni e raccontano, con precisione, come l'autore, nonostante i disagi, sia riuscito a laurearsi durante la guerra e poi a sposarsi.
Estremi cronologici
1920 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 154
Collocazione
MP/97

Punto di riferimento, diario di famiglia 1983; 1993, l'anno enigma

Eugenio Morelli

Diario di uno studente di medicina di 37 anni, che illustra le proprie nevrosi, le paure degli esami, le angosce esistenziali. Al mattino la moglie, una maestra, esce per andare al lavoro; lui resta in casa a studiare, ad arrovellarsi sui giorni che mancano all'esame, sui cambiamenti meteorologici e sui propri limiti caratteriali. Dieci anni dopo, altro diario, con appunti sull'attività professionale e politica.
Estremi cronologici
1983 -1993
Tempo della scrittura
1983
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 4
Allegati
Consistenza
pp. 477
Collocazione
DP/98

Storia di lotte, lutti e letti di un "elettrosaldocarpentubi"

Pasquale Morabito

Un metalmeccanico lancia uno sguardo acuto e a tratti doloroso sul mondo delle fabbriche, soprattutto l'Ansaldo, sull'attività sindacale e sui progetti di ristrutturazione aziendale.
Estremi cronologici
1948 -2000
Tempo della scrittura
1993 -2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 657
Collocazione
MP/01

Diario di vita e di memoria

Angela Griguolo

L'infanzia e l'adolescenza di una donna del Sud che, a soli 14 anni, deve andare a lavorare a Terni come domestica. Il ricordo di questo e del padre richiamato in guerra nel 1940.
Estremi cronologici
1940 -1942
Tempo della scrittura
1991 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Integrazione
Consistenza
pp. 63 + 16
Collocazione
MG/Adn2

Cronache di...Giorni lontani e felici

Danilo Gigli

L'autore racconta la sua infanzia serena prima a Terni poi in Sicilia. A Catania cresce, studia, lavora, sempre vicino alla sua famiglia. Nel 1943 va militare in Piemonte dove lo sorprende l'Armistizio. Preso prigioniero dai tedeschi, è deportato in Germania, dove è costretto a fare diversi lavori, alcuni massacranti. Nell'aprile del '45 arrivano gli alleati, ma solo a fine luglio del 1945 riesce a far ritorno a Catania.
Estremi cronologici
1922 -1945
Tempo della scrittura
1991 -1996
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 763
Collocazione
MP/03

Un secolo di vita

Anita Confalonieri

Quasi centenaria, l'autrice detta al nipote le tappe della sua vita attraverso tutto il Novecento. Proveniente da una nobile famiglia, subisce tracolli finanziari e lutti famigliari fino al dolore più terribile: la morte di due figli.
Estremi cronologici
1905 -2004
Tempo della scrittura
2003 -2004
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 45
Collocazione
MP/05

[...] Sono stata ricoverata all'ospedale

Olivia Antimi

La vita di una casalinga è segnata, nei suoi ultimi anni, da una grave cardiopatia che la costringe a frequenti ricoveri, nell'attesa di un trapianto: la degenza è resa più sopportabile dalle premure del marito e dalle vsite degli amici.
Estremi cronologici
1988 -2000
Tempo della scrittura
1988 -2000
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 32
Collocazione
DP/Adn2

[...] Mia cara Marusca

Dagoberto Fantanzi , Maria Teresa Presenzini

La breve storia d'amore tra due quarantenni umbri all'inizio degli anni Cinquanta: lei vive con la sorella a Foligno, lui si sposta per lavorare nell'industria pesante a Terni. "Che male c'è ad avere due mogli?" scrive lui, già sposato e con figli; ma la relazione finirà a causa di una terza donna, con cui lui continua a vedersi.
Estremi cronologici
1952
Tempo della scrittura
1952
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 39
Collocazione
E/Adn2

[...] Mia cara Maria

Anonimo

L'amore tra un uomo già sposato e una donna. Lui vive tra Foligno e Terni, lei è a Sutri a servizio presso una famiglia: si vedono e si amano con purezza. Quando muore la madre di lui l'epistolario si interrompe, come il loro amore, che finirà di lì a poco.
Estremi cronologici
1954 -1955
Tempo della scrittura
1954 -1955
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 21
Collocazione
E/Adn2
Soggetti

Da quando ho conosciuto il mio Vittorio a oggi

Vittoria Moretti

Retrospettiva della vita coniugale di una casalinga di Terni: dall'incontro con il marito fino alla malattia e morte dello stesso, i rapporti con i familiari, nipoti e amici, i viaggi religiosi. Si conclude idealmente con il racconto del matrimonio della nipote.
Estremi cronologici
1946 -2004
Tempo della scrittura
2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 106
Collocazione
MP/06