Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 16

Frammenti di pensiero

Leda Bolognani

La scomparsa quasi contemporanea della sorella venticinquenne, per un forte deperimento fisico, e della madre, per cancro, privano una giovane donna dell'affetto della famiglia. La difficoltà di accettare il dolore e la scoperta di amare ancora la vita.
Estremi cronologici
1985 -1989
Tempo della scrittura
1985 -1989
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 60
Collocazione
DP/89

Proderit die ultionis (Gioverà nel giorno della vendetta)

Paolino Ferrari

"La disonestà ha creato i presupposti dell'antifascismo più feroce. Non il desiderio della libertà". Un ufficiale delle "milizie speciali" che prese parte alla marcia su Roma descrive, a partire dal 1939, le cause della decadenza e della caduta del regime fascista fino al "patatrac" del 1943. Con un'appendice degli anni Settanta.
Estremi cronologici
1939 -1977
Tempo della scrittura
1938 -1977
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
saggio
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 1
Formato Digitale: 1
Dattiloscritto: 1
Allegati
Consistenza
pp. 737
Collocazione
DG/89

Adolescenti ieri

Marcello Ghione

Il racconto della generazione dei giovanissimi coinvolta nel conflitto mondiale: la scelta, determinata dalla propaganda di regime, per la Repubblica sociale, l'abbandono della propria città per rifugiarsi a Salò - qui la madre dell'autore organizzava sedute spiritiche per i gerarchi fascisti -, poi, dopo la disfatta, il ritorno in vagoni merci e l'amara sorpresa di trovare la casa requisita.
Estremi cronologici
1928 -1945
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 185
Collocazione
MG/90

Cantavo Giovinezza

Gustavo Tomsich

Un giovane slavo figlio di padre ignoto, dopo aver vissuto in un collegio di prelati, entra nella gioventù fascista dove viene indottrinato. Diventerà così "figlio del fascismo" tanto da trasferirsi a Salò per vivere gli ultimi giorni del regime. Tre i temi principali: l'infanzia, la giovinezza e la guerra.
Estremi cronologici
1930 -1945
Tempo della scrittura
1960 -1985
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 5
Consistenza
pp. 347
Collocazione
MP/93

Memorie d'un ispettore scolastico

Antonio Barasa

Un mazziniano ispettore scolastico si sposta per l'Italia da poco unita - da Salò a Novi Ligure, da Caltagirone ad Aosta - osservando problemi politici e civili, piccole corruzioni e casi meschini di funzionari lascivi o pronti a derubare i loro impiegati. Un documento prezioso sui costumi dell'Italia liberale e sul confronto, appena iniziato, tra i sostenitori del nuovo stato unitario e i nostalgici della vecchia penisola, divisa in piccoli potentati.
Estremi cronologici
1843 -1915
Tempo della scrittura
1914 -1915
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Allegati
Consistenza
pp. 118
Collocazione
MP/93

Una professoressa racconta

Teresa Sartorelli

Nata con la vocazione dell'insegnamento, fin da bambina Teresa si prepara a quella che vivrà come una missione: "essere professoressa". Nella memoria racconta le sue esperienze scolastiche, gli alunni, le vittorie e sconfitte in un ambiente spesso affettuoso, a volte ostile.
Estremi cronologici
1943 -1986
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 68
Collocazione
MP/88

Un viaggio in America Latina in 90 giorni

Pietro Baccolo

Una telefonata del vescovo: "Volete andare in Brasile?" è l'occasione per l'anziano parroco di un tranquillo paese di montagna per visitare molte missioni sudamericane al fine di scegliere la destinazione preferita. A scelta avvenuta arriva la doccia fredda: "Niente Brasile ma Italia".
Estremi cronologici
1988
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 30
Collocazione
MP/95

[...] Ce ne sono due di questi quaderni

Selene Balestreri

Una pensionata rievoca alcuni momenti importanti della propria vita: l'incontro con il futuro marito, gli anni duri della guerra, l'ansia per la sorte dell'uomo che ama, costretto ad aderire alla repubblica di Salò e poi disertore e ricercato. Infine, le gioie per le due maternità e le nuove speranze nate nel rivedere la famiglia unita.
Estremi cronologici
1920 -1953
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
pp. 126
Collocazione
MP/99

Fotogrammi della memoria

Bona Pellizzari

Attraverso alcuni "fotogrammi", come se fosse un film, un'insegnante racconta la sua giovinezza: rimasta orfana di padre, a sei anni entra in un collegio, dove, nonostante un'educazione rigida e severa, trascorrerà anni spensierati e si appassionerà allo studio del pianoforte.
Estremi cronologici
1938 -1951
Tempo della scrittura
1992 -1994
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 114
Collocazione
MP/01

[...] Sono nata in una famiglia di operai

Elsa Pelizzari

Testimonianza di una pensionata, che ricorda l'impegno come staffetta partigiana: catturata dai tedeschi durante la loro ritirata, riesce a scappare grazie all'aiuto di un militare della Wermacht.
Estremi cronologici
1929 -2001
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 6
Collocazione
MG/T2