Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 12

Due gocce di pensieri

Graziella Di Matteo

Diario di una studentessa ventenne: il tentativo di esprimere il "sapore di un'ora, di un giorno", attraverso sogni e immagini, la ricerca di un'occasione per conoscere se stessa, e la voglia, ma anche la paura, di diventare grande.
Estremi cronologici
1986 -1989
Tempo della scrittura
1986 -1989
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 42
Collocazione
DP/90

[...] A S. E. il Presidente della Repubblica

Giuseppina Baiocchi

Un'anziana signora lancia il suo ultimo disperato messaggio al Presidente della Repubblica Francesco Cossiga affinchè s'interessi di una sentenza della Cassazione che stabisce la ripartizione - ingiusta secondo l'autrice - di un'eredità di famiglia.
Estremi cronologici
1966 -1992
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 4
Collocazione
E/T

Una strada tutta inventata

Sergio Signorini

Il lungo viaggio attraverso molti affari sconclusionati di un laureato in giurisprudenza che, per mantenere la famiglia, abbandona la pratica forense iniziata nello studio di un famoso penalista.
Estremi cronologici
1950 -1985
Tempo della scrittura
1991
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 240
Collocazione
MP/93

Episodica storia acronologica più a lungo vissuta intensamente: "La mia"

Vittorio Matteucci

Affetto da una grave miopia ereditata dalla madre, rievoca con dolcezza i personaggi e i fatti della vita di un paese dell'aretino dove ferveva la produzione artigianale e la vita aveva altri ritmi.
Estremi cronologici
1929 -1993
Tempo della scrittura
1993 -1994
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 151
Collocazione
MP/95

Vittoria del silenzio

Stefan Dabrowski

Un polacco che aveva combattuto sul fronte di Cassino e poi si è stabilito in Italia ed è emigrato in Argentina, narra la sua movimentata vita, irta di difficoltà e umiliazioni, ma anche riscaldata dalla compagnia di una moglie che gli è vicina da cinquant'anni e gli ha dato due figli.
Estremi cronologici
1924 -1994
Tempo della scrittura
1994
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 47
Collocazione
MP/97

Le ultime lettere

AA.VV.

Lettere inviate ad Athe Gracci, finalista del premio Pieve nel 1992 e nel 1993, da amici e da molti dei detenuti che trovano, nella sua attività di volontariato presso il carcere di Pisa, un sostegno morale e psicologico.
Estremi cronologici
1998 -2000
Tempo della scrittura
1927 -2000
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 103
Collocazione
A/Adn2
Parole chiave

Al di là del ponte

Clara Capanna

L'autrice ricorda il duro e umile lavoro eseguito durante la guerra per sostenere la sua famiglia e per superare le numerose difficoltà quotidiane.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
2005
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 4
Collocazione
MP/T2

Quando l'Italia non era ricca (e furba)

Vincenzo Ciafrè

L'autore è nato in un piccolo paese dell'Abruzzo nel 1924. Con grandi sacrifici nel periodo della Seconda guerra mondiale riesce a frequentare la facoltà di Medicina a Siena. Partecipa alla Resistenza e dopo la guerra si iscrive al Partito Comunista. Sposato con due figli, esercita la professione di medico nel grossetano fino alla pensione, durante la quale si è impegnato come consulente sanitario in Africa.
Estremi cronologici
1930 -1979
Tempo della scrittura
1986 -2004
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Memoria orale
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
182 p.
Collocazione
MP/15

[...] I miei conti con il tramonto della vita

Mario De Nigris

Dopo l'8 settembre 1943 un militare aderisce alla Resistenza e in seguito combatte tra le fila dell'esercito cobelligerante. Poco tempo dopo la fine della guerra si congeda dall'esercito e torna alla vita civile, trova lavoro, si sposa e si dedica con continuità alla propria passione artistica.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1930-1939
Fine: 2011
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 2011-2012
Fine presunta: 2011-2012
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
40 p.
Collocazione
MG/Adn2

La mia guerra. Memorie di un soldato della seconda guerra mondiale

Mario Stocco

Un militare italiano al momento dell'armistizio dell'8 settembre 1943 si trova in Albania. Sfuggito ai tedeschi che lo hanno fatto prigioniero, si unisce ai partigiani albanesi e poi trova ospitalità in un villaggio di pastori, dove resta fin dopo la fine della guerra. Rientrato in Italia, inizia per lui una nuova vita, che lo porta anche a lasciare la propria città natale e a trasferirsi a Roma per lavoro.
Estremi cronologici
1941 -1950
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1950-2011
Fine presunta: 1950-2011
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
134 p.
Collocazione
MG/Adn2