Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 50

Oltre la toga

Maria Letizia Somma

Quattro anni di studi universitari a Pescara vissuti in varie abitazioni per studenti fuori sede: le incomprensioni e le invidie con le amiche ma anche le serate divertenti. Poi, dopo la laurea l'aspetta una borsa di studio a Parigi.
Estremi cronologici
1993 -1998
Tempo della scrittura
1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 308
Collocazione
MP/01

[...] Il sole fa capolino

Giuseppe Pellegrino

Un ristoratore redige una memoria ricca di pensieri, poesie e lettere che ripercorrono gli anni dell'infanzia, il dolore per la morte di una giovane amica e le prime esperienze scolastiche.
Estremi cronologici
1915 -1985
Tempo della scrittura
1942 -1985
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 54
Collocazione
MP/01

Alfabeto di famiglia

Raffaella Caroselli

Ricordi di tutta una vita, partendo dall'infanzia, accanto ad una madre rigorosa ed egocentrica, a un padre disponibile e buono e a un fratello vivace e amato. Ora insegna ed è molto affezionata ai figli del fratello per i quali ha scritto questi ricordi.
Estremi cronologici
1945 -1990
Tempo della scrittura
1999 -2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 54
Collocazione
MP/03

Mai dire mai

Concetta Ada Gravante

Il racconto diaristico dei due anni che caratterizzano la decisione di inviare il diario tenuto per tutta la vita al Premio Pieve, la notizia di essere entrati in finale, la vittoria e i due viaggi nella "Città del diario". Le sensazioni della vincitrice della diciasettesima edizione, corredate dalla cronaca della vita quotidiana, dalla lotta contro una malattia molto seria e la partecipazione a trasmissioni televisive.
Estremi cronologici
2000 -2002
Tempo della scrittura
2000 -2002
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 46
Collocazione
DP/Adn2

Il tralcio e la vite

Licio Sabatini

Le ansie, le speranze e la durezza della realtà, nella memoria di un pensionato abruzzese, che racconta il dramma della scoperta della malattia psichica del figlio: le visite mediche, i ricoveri in clinica e l'uso di farmaci, alleviano solo in parte una sofferenza che non è solo fisica, ma anche relazionale.
Estremi cronologici
1993 -2003
Tempo della scrittura
2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 129
Collocazione
MP/05

Storia della mia generazione e quella di mia moglie

Norberto Morri

Un commerciante aretino in pensione ripercorre la sua vita. Terminata la scuola, in terza elementare, inizia a fare il contadino. Svolge poi il servizio militare a fianco degli alleati da Cassino a Bergamo fino al 1946. Nel dopoguerra riprende il lavoro nei campi e inizia l'attività politico sindacale. Sposatosi, intraprende due viaggi significativi, in Russia e Turchia. La memoria si chiude con la perdita della moglie.
Estremi cronologici
1920 -2001
Tempo della scrittura
2000 -2001
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 204
Collocazione
MP/06

I miei ricordi

Bruno Rossi

Un giudice di pace in pensione racconta l'infanzia prima a Bari e poi a Napoli, accanto a un padre dispotico, che muore quando lui ha undici anni. Accenna una partecipazione marginale alle quattro giornate di Napoli, e ai moti di piazza che si scatenano dopo il Referendum del 1946. Dopo una laurea in giuriusprudenza lavora prima come ufficiale, poi come ispettore delle Poste. Un breve periodo lavorativo in Somalia coincide con la crisi del primo matrimonio.
Estremi cronologici
1927 -2004
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 42
Collocazione
MP/06

Diari di una vita

Anna Avallone

Oltre sessant'anni della vita di un'impiegata in pensione, affidati a diciotto diari: gli ultimi anni di guerra, la scuola, l'ingresso nel mondo del lavoro, la passione per i viaggi e l'arte. La parabola esistenziale di una donna che, seppur circondata dagli affetti familiari, sceglie di vivere da sola e mantenere la propria autonomia.
Estremi cronologici
1943 -2006
Tempo della scrittura
1943 -2006
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 1751
Collocazione
DP/07

[...] Innanzitutto buongiorno

Giovanni Convertini

Conosciutisi durante il servizio militare, un pugliese e un abruzzese non si rivedono per molti anni: nel ricordo del primo i sacrifici dell'amico che, lontano dalla famiglia e orfano di padre, riesce ad aiutarla grazie ad alcune sovvenzioni che riceve dal Vaticano.
Estremi cronologici
1980
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 62
Collocazione
MP/Adn2

Diario di guerra

Luciano Montanari

L'autore, diciassettenne, nell'ottobre del 1943 parte da Ravenna verso il Sud, con lo scopo di varcare il fronte e partecipare alla liberazione del Paese. Catturato dai tedeschi, è costretto a lavorare per scavare le loro postazioni al fronte. Riesce a fuggire e attraversa il fronte all'altezza di Termoli. Combatte nel 68 Reggimento fanteria per la liberazione delle Marche.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1944 -1952
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 215
Collocazione
MG/08