Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 142

Anni lontani e recenti

Marsilia D'Incerti

Affettuoso ricordo di una famiglia e di una cittadina emiliana che emerge nella mente di una casalinga, diplomata in pianoforte, tra "i pensieri delle molte ore in cui non accade nulla a interrompere la solitudine".
Estremi cronologici
1908 -1995
Tempo della scrittura
1989 -1995
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 133
Collocazione
MP/96

Cronaca famigliare

Lorenzo Lori

Un giovane di trent'anni assiste la madre colpita da un ictus, curandola con grande affetto e con il desiderio di restituirle ciò che lei ha fatto per lui, negli anni della sua crescita. La scrittura del racconto relativo a questa vicenda è stimolata da un'amica che lo consiglia e aiuta nell'opera, come una madre.
Estremi cronologici
1995 -1996
Tempo della scrittura
1995 -1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 126
Collocazione
MP/97
Parole chiave

La lunga via di Damasco

Ezio Maletto

Figlio di operai, nel 1934, giocando con i compagni, riceve una pallonata in viso e perde quasi totalmente la vista. Le memorie si concentrano sui successivi vent'anni e raccontano, con precisione, come l'autore, nonostante i disagi, sia riuscito a laurearsi durante la guerra e poi a sposarsi.
Estremi cronologici
1920 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 154
Collocazione
MP/97

Ricordi di un ragazzo del '25

Flavio Scapecchi

Un ragazzo avverso al regime fascista si dà alla macchia quando, nel 1943, viene instaurata la Repubblica di Salò. Poi, per non esporre a rappresaglie la famiglia, si presenta e viene mandato in Germania, dove stabilisce rapporti di reciproca umana comprensione con cittadini tedeschi, compreso un istruttore militare.
Estremi cronologici
1930 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 86
Collocazione
MG/97

Polonia 1990. Viaggio nella memoria

Vincenzo Franco

Un tecnico di laboratorio, con un amico e con sua moglie, torna a visitare i luoghi dove era stato deportato nel 1944, dopo la cattura in Versilia, dove faceva il partigiano. Dal campo di prigionia di Odertal, in Polonia, era stato liberato dai sovietici nel 1945.
Estremi cronologici
1944 -1990
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 118
Collocazione
MG/98

Lettere a Rosanna

Lorenzo Lori

L'amicizia con Rosanna Benzi, costretta a vivere in un polmone d'acciaio nell'ospedale San Martino di Genova, è raccontata nelle lettere e poesie a lei dedicate da Lorenzo, che continua a scriverle anche dopo la sua morte, vivendo nel ricordo di questa.
Estremi cronologici
1988 -1991
Tempo della scrittura
1988 -1991
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 118
Collocazione
E/98

Mi tiravano le trecce

Marisa Vannini

Dal Venezuela, dove si è trasferita nel 1948, una docente universitaria, di nobile famiglia, ha mandato il racconto della vita trascorsa tra battaglie civili, lotte e azioni antifasciste, Resistenza, fame e paura. Nel racconto appaiono parenti e amici fra i quali un eroico alpino e una donna partigiana. Due parentesi: all'inizio l'infanzia, alla fine l'emigrazione.
Estremi cronologici
1935 -1948
Tempo della scrittura
1995 -1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 168
Collocazione
MG/98

[...] Mi chiamo Andrea Stia

Andrea Stia

Nato in un ambiente famigliare oppresso dalla violenza del padre verso la madre e mandato a crescere in collegio, un bambino torna a casa a dieci anni. Ma il degrado morale in cui si ritrova lo costringe alla vita di strada, al carcere, alla tossicodipendenza.
Estremi cronologici
1964 -1998
Tempo della scrittura
1997 -1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 56
Collocazione
MP/98

La croce sopra il pane

Rita Caleffi

Una studentessa universitaria rievoca la storia della sua famiglia: dal trisnonno garibaldino, alla prozia maestra-ostetrica, sino ai giorni nostri. La malattia del nonno, alcuni lutti famigliari e il carattere forte della madre, segnano le sue scelte e l'accompagnano sino al matrimonio.
Estremi cronologici
1967 -1994
Tempo della scrittura
1994 -1995
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 178
Collocazione
MP/99

Io sola per una voce

Luciana Cappellini

Breve storia che prende forma quando l'autrice entra nella Comunità di Nomadelfia come orfana. Da qui andrà a fare l'operaia, a lavorare alla Usl, poi, in pensione, si prenderà cura dei figli di genitori impegnati nel lavoro, affezionandosi, in particolar modo, ad una bambina di colore di cui non ha più notizie.
Estremi cronologici
1940 -1999
Tempo della scrittura
1999 -2012
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 5
Allegati
Integrazione
Consistenza
pp. 58
Collocazione
MP/00