Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 73

Passo romano

Renata Rodolfi

Dal primo amore alla maturazione dei primi sentimenti di libertà sotto il fascismo, fino agli aspri avvenimenti del dopoguerra in Romagna, la crescita di una ragazza di buona famiglia che diventerà interprete presso un club di ufficiali americani.
Estremi cronologici
1930 -1946
Tempo della scrittura
1992 -1994
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 166
Collocazione
MP/96

La lunga via di Damasco

Ezio Maletto

Figlio di operai, nel 1934, giocando con i compagni, riceve una pallonata in viso e perde quasi totalmente la vista. Le memorie si concentrano sui successivi vent'anni e raccontano, con precisione, come l'autore, nonostante i disagi, sia riuscito a laurearsi durante la guerra e poi a sposarsi.
Estremi cronologici
1920 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 154
Collocazione
MP/97

Non gettare ricordi dai finestrini

Giancarla Ceppi

Un viaggio geografico e della memoria, attraverso luoghi, personaggi ed episodi degli anni Settanta, partendo da Torino per attraversare tutta la penisola. La vita del carcere, la politica, la droga e l'idealismo raccontati da un'insegnante di sinistra che non vuole dimenticare chi ha lottato, a rischio della propria vita, convinto di poter cambiare il sistema.
Estremi cronologici
1977 -1987
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 103
Collocazione
MP/99

Eravamo una famiglia Scariolanti

Ermes Raccanelli

Intenso racconto autobiografico di un bracciante agricolo che, sfuggito alla deportazione, ha lottato per riscattarsi da un passato di oppressione e miseria.
Estremi cronologici
1912 -1995
Tempo della scrittura
1995 -1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 10
Collocazione
MP/T

Ricordi forse inutili e forse no

Sergio Fabbri

Direttore di banca in pensione, scrive di quando era studente capace ed impegnato e poi rivive l'esperienza del servizio militare come artigliere. Finita la guerra, il lavoro presso il Credito Italiano e la promozione a direttore di filiale, sempre circondato dalla stima dei superiori e dall'affetto dei familiari.
Estremi cronologici
1918 -1970
Tempo della scrittura
1994 -1999
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 86
Collocazione
MP/00

Lividi dell'anima

Cinzia Riva

Ricordi, considerazioni, pensieri sulla famiglia d'origine (soprattutto a proposito della figura paterna), sui propri amori, sul matrimonio,sulla figlia e sulla depressione bipolare, la malattia che affligge l'Autrice.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1900-1998
Fine: 1998
Tempo della scrittura
1998 -1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 27
Collocazione
MP/00

La storia dei senza storia

AA.VV.

Memorie personali di un gruppo di partecipanti al corso di scrittura autobiografica dell'università per la libera età Natalia Ginsburg di Modena. Spaziando tra esperienze di guerra e quelle personali, i giorni di scuola e le fatiche della fabbrica, si ricostruiscono i mondi di un gruppo compatto, unito dal desiderio di sfidarsi ancora.
Estremi cronologici
1989 -2000
Tempo della scrittura
1999 -2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 98 + all.
Collocazione
MP/Adn2

Un giorno maledetto del '43

Giuseppe Roggeri

Dopo un'infanzia di fame, a 15 anni va a lavorare in fabbrica dove, il 28 luglio del 1943, assiste ad una strage di operai che volevano manifestare, pacificamente, dopo l'arresto di Mussolini.
Estremi cronologici
1930 -1943
Tempo della scrittura
1991
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Consistenza
pp. 23
Collocazione
MG/Adn2

Quattro anni di wheelchair-hockey

Giuseppe Scanabissi

Un giovane, affetto da distrofia muscolare grave, redige per quattro anni un diario, in cui appunta la propria esperienza di giocatore di wheelchair-hockey, sport praticato su carrozzina elettrica. Le speranze e le delusioni per gli scontri persi, testimoniano il suo spirito agonistico e una continua crescita personale.
Estremi cronologici
1995 -2000
Tempo della scrittura
1995 -1999
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 155
Collocazione
DP/Adn2

I tempi della vita

Paola Reale

Una psicologa scrive la sua storia di vita e quella della sua famiglia, agiata e borghese. La professione in un centro di orientamento scolastico, poi il lavoro come docente universitaria, ottenuto superando molte avversità. Dopo il pensionamento, con la sorella, si dedica alla poesia, alla musica e alle amiche.
Estremi cronologici
1928 -2010
Tempo della scrittura
1994 -2010
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 177
Collocazione
MP/02