Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 52

La mia rivoluzione - Budapest 1956

Ivan Plivelic

Sta effettuando il servizio militare quando in Ungheria, nel 1956, scoppia la rivoluzione e arrivano voci confuse sul popolo insorto e sull'arrivo dei carri armati russi. Poi, tutto diventa chiaro: i russi schiacceranno la rivolta. Pochi coraggiosi tentano di resistere ma il peso dell'armata sovietica li sovrasterà.
Estremi cronologici
1956
Tempo della scrittura
1989 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 220
Collocazione
MP/97

Ut sementem feceris, ita metes

Emma Lina Riccitiello

Tutta la storia della famiglia Riccitiello narrata da una discendente sociologa: dal Veneto alla Campania poi il ritorno al Nord, in una carrellata storica che non dimentica quasi niente delle disavventure di tutti.
Estremi cronologici
1924 -1948
Tempo della scrittura
1992 -1994
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 105
Collocazione
MP/97

Foto virato seppia

Fabio Baldassarri

Un esponente in vista del Partito comunista italiano descrive i suoi viaggi a Mosca, Thionville, Berlino, Praga, Pechino, Flemalle, Lubiana e gli incontri con dirigenti politici locali, senza forse trovare il socialismo ma riflettendo sempre sull'essere comunista.
Estremi cronologici
1974 -1991
Tempo della scrittura
1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 124
Collocazione
MP/98

Una vita in corsia di sorpasso

Cesare Rosa

Un banchiere che si muove nelle zone alte del mondo finanziario rievoca nella sua memoria autobiografica i punti di contatto fra la propria esperienza tecnica e la vita politica, nei cinquantadue anni che passano fra il primo dopoguerra, l'epoca del terrorismo e la caduta del comunismo.
Estremi cronologici
1945 -1997
Tempo della scrittura
1997
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 179
Collocazione
MP/98

Nudo e sporco

Marcello Morante

Una carriera in magistratura e come politico raccontata in un dialogo serrato dell'autore con il proprio immaginario alter-ego su una presunta "nevrastenia sessuale" e altre vicende extra professionali, da quelle sentimentali, all'impegno come regista e autore teatrale.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1920-1929
Fine: 1987
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 249
Collocazione
MP/99

Transiberiana Cina-Tibet

Fiamma Positano

Il diario di una pensionata milanese, rielaborato al ritorno dall'avventuroso viaggio che l'ha portata, in treno, dal territorio russo sino a quello cinese, sulla Transiberiana. Nonostante le scomodità, proprio la permanenza in treno e le numerose visite che la sua lentezza consente, sono l'occasione per annotare appunti sui costumi locali e conoscere la burocrazia dell'Est, che penalizza i viaggiatori che non fanno parte di un gruppo.
Estremi cronologici
1987
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 136
Collocazione
DV/99

Dramma di un reduce

Silvio Castellani

Riuscito a scappare dalla prigionia dei tedeschi, cominciata in Grecia, un giovane romagnolo, che da adulto aprirà un distributore di benzina, vede passare il fronte mentre vive a Budapest, da civile. Preso nel mezzo fra tedeschi in fuga e russi minacciosamente in arrivo, con grande furbizia, riesce sempre a trovare il meglio per sé e non nasconde la compassione che prova per il popolo ebreo, del quale viene a conoscere l'inumano trattamento.
Estremi cronologici
1942 -1945
Tempo della scrittura
1997 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 9
Collocazione
MG/T

Ma' Nyariay

Silvana Conci

Un'insegnante traccia il bilancio della propria vita: dopo un'infanzia difficile, segnata da un'atmosfera familiare tesa e deludente, l'interessamento alla causa sudanese. Sposatasi con un funzionario della tribù Nuer, la donna, soprattutto dopo la maternità, non riesce ad adattarsi ai ritmi di vita e al clima africano. Rientrerà in Italia dove la serenità è l'avvio dei lavori di costruzione della sua prima casa.
Estremi cronologici
1944 -1998
Tempo della scrittura
1992 -1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 6
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 154
Collocazione
MP/00

Un anno di vita

Gabriella Favati

Diario di un'ex insegnante universitaria, che affronta la fatica del lavoro, il difficile rapporto con il figlio, ed il tentativo - tramite analisi - di superare la crisi depressiva che l'opprime. Il dialogo intimista prevale sugli eventi, compreso il dolore per la fine di un amore.
Estremi cronologici
1985 -1986
Tempo della scrittura
1985 -1986
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 184
Collocazione
DP/00

Diario di guerra di un contadino pugliese

Nicola Simone

Un contadino, fatto prigioniero dalle truppe austro-ungariche durante l'offensiva sull'altopiano di Bainsizza: portato in Austria, tenta più volte la fuga nelle campagne circostanti. Sempre catturato e ricondotto nel campo di prigionia, continua tenace i suoi tentativi, sino al rientro in Italia.
Estremi cronologici
1917 -1918
Tempo della scrittura
1960
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 37
Collocazione
MG/01