Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 7

Diario svizzero

Angelo Peroni

Da Milano a Milano, fra i diciotto e i vent'anni di età, nei campi di internamento e di lavoro svizzeri per sfuggire alla leva della Repubblica fascista, e poi nella fugace parentesi della Repubblica partigiana della Val d'Ossola, sognando la rivoluzione proletaria e il rispetto della persona umana.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 188
Collocazione
DG/94

Ricordi scritti a tempo perso

Antonio Coletti

Un giovane "bocconiano" nella guerra di Russia. Dopo l'8 settembre, sceglie la via dell'esilio svizzero. Anche dalle pagine di diario di un amico il ricordo di quei giorni d'isolamento.
Estremi cronologici
1934 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 70
Collocazione
MG/85

[..]Ultime case di B.

Bruno Salmoni

Un medico ebreo ricercato dai fascisti traversa le Alpi in compagnia di una missione partigiana, rifugiandosi nella Francia liberata. Poi, sceglierà di arruolarsi come chirurgo nell'esercito di liberazione italiano all'indomani del 25 aprile 1945.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 171
Collocazione
DG/85

I fatti veri

Isa Bartalini

Dalle campagne toscane alla Turchia, una grande storia famigliare illuminata dalla figura del padre Ezio Bartalini, fervente pacifista, che sceglie l'esilio volontario in giro per l'Europa per fuggire le persecuzioni fasciste.
Estremi cronologici
1922 -1962
Tempo della scrittura
1990 -1991
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 429
Collocazione
MP/95

Dalla Russia in Italia

Giuseppe Marabini

Esiliato con la famiglia in Unione Sovietica, durante la guerra entra in clandestinamente in Italia per stabilire un collegamento con Mosca per conto di Togliatti. Una vita vissuta nella fedeltà all'ideale comunista, da parte di un uomo impegnato nel campo del cinema e del giornalismo che promuovevano l'immagine dell'ex Urss.
Estremi cronologici
1943 -1976
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 112
Collocazione
MP/95

Diario svizzero 1944-1945

Arvedo Decima

Nel 1943-44 molti giovani del Nord Italia, per non fare il servizio militare nella Repubblica di Salò alleata ai nazisti, fuggirono in Svizzera. Arvedo racconta questo esilio forzato e il senso del tempo perduto nelle braccia del paese neutrale, lavorando qua e là e soffrendo di acuta nostalgia per la propria casa.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 173
Collocazione
DG/98

...E mi sono divertito

Bruno Sacerdoti

Uno dei più noti sindacalisti della Cgil racconta la propria vita, dall'esilio in Svizzera alla Resistenza, fino al lavoro nelle varie branche dell'organizzazione e nella federazione sindacale mondiale, che lo ha portato a vivere a Praga e a viaggiare in molti paesi. Terminerà la carriera curando la formazione sindacale.
Estremi cronologici
1924 -1987
Tempo della scrittura
1988 -1990
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 51
Collocazione
MP/98