Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 146

La rosa bianca

Giuseppe Abramo Toso

Le varie esperienze della vita militare (spesa sui versanti greco e slavo) e quelle legate al lavoro, vissute da un tipografo friulano "epicureo", che ha fatto anche il giornalista e il pittore.
Estremi cronologici
1914 -1999
Tempo della scrittura
1999
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 46
Collocazione
MP/00

Il codice di Dio

Paolo Iannucci

Autobiografia surreale di un cuoco napoletano: la morte prematura di entrambi i genitori lo precipita da una ricca condizione borghese alla miseria più nera. Vivrà da scugnizzo, sognando l'America, conoscendo l'emigrazione in una Parigi violentata dagli scontri fra indipendentisti algerini e gendarmeria francese. Una vera odissea lo conduce fino all'isola di Wight - dove si sposa e ha due figli -, poi, grazie a un'inaspettata e tardiva vincita alla lotteria, diventa miliardario.
Estremi cronologici
1928 -1994
Tempo della scrittura
1989 -1994
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 166
Collocazione
MP/00

la voce dell'ingiustizia

Nicola Ranieri

Testimonianza di un detenuto in attesa della fine del processo: accusato di scippo e di omicidio, cerca di difendersi provando la sua innocenza.
Estremi cronologici
1995 -1999
Tempo della scrittura
1999
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Trascrizione a mano: 1
Consistenza
pp. 8
Collocazione
DP/T2

Sono Giulio

Luigi Germano

Brevi memorie di un detenuto, che ha, nel carcere e nell'umanità che lo popola, il proprio mondo: così cerca, in chi gli è vicino e nella speranza di libertà, il senso intimo della vita.
Tempo della scrittura
1998 -1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 18
Collocazione
MP/T2

La storia di Rocco sindacalista di "sinistra"

Rocco Di Lella

Sessant'anni di impegno civile nell'autobiografia di un sindacalista pugliese che, entrato nel mondo del lavoro giovanissimo come "cafone di masseria", viene iniziato da un compagno "alla lotta di classe e all'acquisizione di una coscienza sindacale": ricoprirà vari incarichi a livello locale, partecipando all'occupazione della palude del lago di Lesina da parte dei braccianti e prendendo le difese dei raccoglitori di olive. Divenuto sindaco del suo paese, s'impegnerà nella lotta alla disoccupazione.
Estremi cronologici
1925 -2000
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 43
Collocazione
MP/01

La mia esperienza carceraria

Francesco Mammana

Ricordi, riflessioni sulla libertà e propositi futuri di un giovane detenuto, in attesa di processo: "ho solo 21 anni, un bimbo dicono gli altri, ma questo bimbo ha un cuore che sputa sentimenti dappertutto e forse questa è la chiave dei miei problemi".
Estremi cronologici
2000
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 60
Collocazione
MP/01

Un racconto sottovoce

Zelinda Resca

Una commerciante, che ripercorre le tappe più significative della propria vita, che trova nell'esperienza partigiana e nell'inferno del carcere, i suoi momenti di svolta. Poi c'è il matrimonio, felice e rasserenante, anche questo però, bruscamente conclusosi con la morte del marito.
Estremi cronologici
1924 -1960
Tempo della scrittura
1991 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 41
Collocazione
MP/01

Il mio passato "storico"

Filomena Lina Trozzi

Una studentessa universitaria romana entra nei Gap (Gruppi d'azione patriottica), i partigiani garibaldini di città. Porterà armi e documenti da una parte all'altra della città ma un giorno cadrà in una trappola tesale dalle SS. Patirà la detenzione in via Tasso, a Regina Coeli e ai lavori forzati in Germania e racconterà tutto in una memoria vibrante, corredata da lettere dal carcere, dagli atti del processo di condanna e da una relazione redatta successivamente, per il Partito Comunista.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1990 -1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 5
Allegati
Consistenza
pp. 31
Collocazione
MG/01

La mia vita

Stefano Cirillo

Memoria di un detenuto che ripercorre le tappe della propria vita, da quando, bambino, perse la madre, sino alla fuga da casa e all'ingresso nel mondo della droga. L'incontro con una giovane e la paternità gli fanno riacquistare coscienza di se', ma non riescono ad allontanarlo dalla dipendenza. Dopo anni di tentativi, il progetto di una nuova esistenza sembra concretizzarsi.
Estremi cronologici
1963 -2000
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 84
Collocazione
MP/01

Io e la mia vita

Francesco Mannanici

Un sessantenne ripercorre la propria vita, riflettendo su un destino non favorevole: la morte della figlia, le difficoltà lavorative, i sacrifici per costruire una casa propria e la malattia della moglie. I vani tentativi di arrivare ad una serenità economica e famigliare e la morte della madre, a lungo assistita, lo affliggono ma, contemporaneamente, lo avvicinano a Dio.
Estremi cronologici
1940 -1999
Tempo della scrittura
1998 -1999
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Trascrizione a mano: 1
Consistenza
pp. 88
Collocazione
MP/01